martedì 27 ottobre 2009

La nonna e la zia: arrivano i rinforzi!!

Prendendo una decisione lampo la nonna e la zia (madrina) di Memole sono venute a trovarci.
Memole:



  • ha fatto un corso aceleratissimo di step, scale incluse e circumnavigazione del box. La zia ora cammina come la figlia della sorella della famiglia dei Gobbon;
  • ha imparato a dormire con il russo della nonna (intendo il russare, non un uomo russo);
  • ha mangiato (mangiato??? direi piuttosto sbranato!!) otto fette di formaggio e almeno 3 tipi di patatine;
  • ha scoperto la bellezza dei cellulari (degli altri). Li avvicina all'orecchio e dice: ehhhh???
  • è diventata una borseggiatrice (la borsa della nonna è, senza ombra di dubbio, la M-I-G-L-I-O-R-E);
Mr. F. ed Io, per motivi di impegni presi già da tempo, non abbiamo potuto approfittare per fare una scappata romantica, però:
  • siamo stati al cinema a vedere Katin (vivamente consigliato);
  • abbiamo passato 3 fantastiche rilassanti ore in un centro di benessere;
  • abbiamo potuto camminare per mano come poco spesso capita (causa passeggino totalizzante);
  • abbiamo potuto dormire pesantemente con l'idea che qualcun'altro si sarebbe occupato della pulce.
E' bello, ogni tanto, essere anche figlia e non solo mamma e moglie. La mamma sa coccolare come nessuno...Ed è bello, ogni tanto, essere moglie senza essere mamma. E rinfrescare la tenerezza, la passione, il dialogo.

Stamattina ho accompagnato nonna e zia alla stazione. Da una parte il "sottile dispiacere" (con parole di Battisti) del distacco, del non poter condividere le gioie di Memole e della nostra vita quotidiana con loro. Dall'altra l'idea di tornare in un  luogo amato -a casa- con la mia famiglia, mi ha riempito di serenità.

4 commenti:

  1. Katin... Non conosco questo film, di che cosa parla?

    RispondiElimina
  2. Katyn: non è il calssico film holliwoodiano. si tratta di una produzione polacca. parla della storia della polonia durante la II guerra mondiale e più precisamente del massacro di 22000 soldati ufficiali. nazisti e comunisti si accusano reciprocamente della strage. la russia riconosce il crimine solo nel 1990. storia vista dagli occhi delle donne che aspettano notizie del propirio marito, fratello, padre. potrebbe sembrare strano ma non è violenta nè cruda. solo l'ultima scena lascia con il fiato sospeso. i titoli di coda senza musica. significativi. il film mi sembra molto fedele. rende l'idea di quel periodo.

    RispondiElimina
  3. "abbiamo potuto camminare per mano come poco spesso capita..."

    Siete dolcisssssssimi!!!

    RispondiElimina
  4. grazie allie...ma (purtroppo) è la verità!! comnque si riscopre la bellezza e la freschezza di camminare per mano, che a volte si perde...

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails