venerdì 30 ottobre 2009

Comincia ad essere preoccupante quando....


  • sotto la doccia canticchi "gira gira il mondo tutto tondo, vola l'uccelino, nuota il pesciolino, salta poi la rana corre il cagnolino...";
  • saluti un'amica dicendole ciao ciao mentre apri e chiudi la mano. Il tutto accompagnato da una vocina stridula;
  • cominci a pensare che siano meglio i suoi biscottini con i disegni degli animali piuttosto che i tuoi dietetici. E cerchi di finirli di nascosto prima che lo faccia lei;
  • chiami tuo marito papà cercando di scandire bene le parole;
  • dici no scuotendo la testa;
  • cerchi di prendere la pallina (strisciando sul pavimento) prima che lo faccia lei;
  • vai a fare shopping (per te) e quando ti autocomplimenti con te stessa per essere riuscita a non comprare niente per Memole ti rendi conto di aver scelto un abito rosa a fiorellini (per te). E ti piace;
  • sogni la notte di giocare nel suo box;
  • pensi che sarebbe bello poter essere portata in passeggino;
  • la mattina rimarresti tu all'asilo e manderesti lei al lavoro....
HELP!!!

martedì 27 ottobre 2009

La nonna e la zia: arrivano i rinforzi!!

Prendendo una decisione lampo la nonna e la zia (madrina) di Memole sono venute a trovarci.
Memole:



  • ha fatto un corso aceleratissimo di step, scale incluse e circumnavigazione del box. La zia ora cammina come la figlia della sorella della famiglia dei Gobbon;
  • ha imparato a dormire con il russo della nonna (intendo il russare, non un uomo russo);
  • ha mangiato (mangiato??? direi piuttosto sbranato!!) otto fette di formaggio e almeno 3 tipi di patatine;
  • ha scoperto la bellezza dei cellulari (degli altri). Li avvicina all'orecchio e dice: ehhhh???
  • è diventata una borseggiatrice (la borsa della nonna è, senza ombra di dubbio, la M-I-G-L-I-O-R-E);
Mr. F. ed Io, per motivi di impegni presi già da tempo, non abbiamo potuto approfittare per fare una scappata romantica, però:
  • siamo stati al cinema a vedere Katin (vivamente consigliato);
  • abbiamo passato 3 fantastiche rilassanti ore in un centro di benessere;
  • abbiamo potuto camminare per mano come poco spesso capita (causa passeggino totalizzante);
  • abbiamo potuto dormire pesantemente con l'idea che qualcun'altro si sarebbe occupato della pulce.
E' bello, ogni tanto, essere anche figlia e non solo mamma e moglie. La mamma sa coccolare come nessuno...Ed è bello, ogni tanto, essere moglie senza essere mamma. E rinfrescare la tenerezza, la passione, il dialogo.

Stamattina ho accompagnato nonna e zia alla stazione. Da una parte il "sottile dispiacere" (con parole di Battisti) del distacco, del non poter condividere le gioie di Memole e della nostra vita quotidiana con loro. Dall'altra l'idea di tornare in un  luogo amato -a casa- con la mia famiglia, mi ha riempito di serenità.

mercoledì 21 ottobre 2009

Elastgirl

Memole nella pancia faceva stretching. Tutte le mattine e tutte le sere e a volte anche dopo pranzo. Io la sentivo. Ecco perchè adesso la sua scioltezza muscolare è pari a quella di una bambola snodabile. Quando sta seduta senza nessuna attività che stuzzichi il suo interesse, invece di girarsi i pollici,  inizia a roteare i piedi a destra e poi a sinistra, lentamente e poi velocemente. La pediatra ha detto che  è per questo che sta tardando a camminare (oltre il fatto che è pigra): in posizione eretta la caviglia sguilla.
Quando le dico di darmi il piedino per mettere la scarpina lei letteralmente prende il piede e "me lo passa".
La posizione della foto è una delle sue preferite.
Abbiamo una figlia da circo. GLOM!

sabato 17 ottobre 2009

Appuntamenti e bidoni

E' almeno un mese che prendo appuntamento con me stessa per farmi una restaurazione generale. E mi do buca. Se fossi in me stessa non mi sopporterei. O forse cambierei estetista.

sabato 10 ottobre 2009

Il marito ideale :)

Ieri sono tornata a casa dal corso di inglese e...sorpresa sorpresa: mi sono trovata la cesta dello stiro vuota e i vestiti stirati perfettamente, l'armadio di Memole riordinato, il letto perfettamente rifatto, la piccola a nanna e...Mr. F. pulendo A FONDO la cucina.
Questo è il Paradiso!

Ragazze, mi dispiace. Ho tolto dalla circolazione il migliormaritopadre che possa esistere ;)

martedì 6 ottobre 2009

Il giorno dell' Inizio


                           

Quel giorno, quando ci siamo fatti l'Eterna Promessa, avevamo solo un'idea sfocata di quello che avrebbe comportato quel SI. Non potevamo immaginare quanto reale fosse il futuro, quanto il nostro Amore arrivasse a potersi toccare con mano. Tutti i giorni. Non potevamo immaginarci la nostra piccolina.
Ricordo il fruscio del vestito bianco, il bouquet al quale mi aggrappavo per l'emozione, la sensazione dell'Anello al dito. Quando ci siamo allontanati in macchina guardavo a intermittenza quell'Anello presente nella mia mano e nella Sua.
Poi trovarci soli. Mio marito -pensavo- per sempre! e una sensazione fortissima di sicurezza, tranquillità, tenerezza, mi ha innondato. E da quel giorno non se ne è andata. MAI.
Ricordo la prima volta che mi sono fermata a contemplare Lui che teneva fra le braccia la nostra piccolina. Eravamo all'ospedale e nella penombra la cullava dolcemente. E pensavo che lei è il riflesso di me e di Lui, però è anche Altro. E' la cosa più bella che abbiamo fatto assieme. In quel momento ho assaporato la Felicità.
Due anni....sono volati....ma allo stesso tempo non riesco a pensare come fosse la mia vita prima senza Lui, senza lei...

...nella salute e nella malattia...FELICE ANNIVERSARIO!

...due anni fa a quest'ora ci eravamo appena sposati. Abbiamo passato il primo anniversario del nostro matrimonio al pronto soccorso per una mia gastroenterite.
Quest'anno era previsto il "recupero". Memole a letto alle 8, io in tiro, cena romantica a casa e serata speciale, magari rivedendo il video del matrimonio assieme.

Stanotte lo sfascio totale: nausea e appuntamenti al bagno (per andare di corpo) ogni ora, dalle 3 alle 7. Dico a Mr. F. che non vado al lavoro, che pensi lui a Memole: vestirla e portarla all'asilo.
Lui mi guarda con gli occhi galleggianti e mi dice: ho nausea, vomito e mal di pancia. Io -con i capelli che hanno votato l'anarchia, le borse sotto gli occhi da fare concorrenza alla collezione di Furla, lo stomaco praticamente in mano- gli rispondo: felice anniversario Amore......!!

Ovviamente non abbiamo potuto portare all'asilo Memole, che per tutta risposta non sta facendo altro che piagnucolare senza sosta. Insomma, non posso nemmeno ammalarmi in PACE.
Avviso tutti che per i prossimi anni la data del nostro matrimonio sarà rimandata a tempi migliori.

Forse tra poco sarò in grado di scrivere qualcosa di degno per questa celebrazione.....

domenica 4 ottobre 2009

Dipendenza o autonomia??

Durante i primi mesi di vita di Memole mi lamentavo della sua totale dipendenza da me: nel mangiare, vestire, spostarsi e fare qualsiasi cosa (tranne la cacca che faceva a suo piacimento e ovviamente sempre nei momenti meno opportuni).

Poi comincia a conquistare poco a poco la sua autonomia: pretende mangiare da sola con il cucchiaino creando arte moderna di dubbio gusto (anzi al gusto di pomodoro) nelle pareti della cucina, con la sua strana tecnica di "gattonamento zoppo" riesce ad arrivare a tutte le tue borse, al bidone della spazzatura in cucina, alla sua amata carta igienica (che srotola fino in fondo modello pubblicità della scottex), e a tutti i cassetti. Sono questi i momenti in cui, francamente, cominci a pensare che, alla fine dei conti, forse era meglio quando si stava peggio, ovvero quando ogni suo più piccolo movimento dipendeva dalla NOSTRA decisione.

Già immagino il momento in cui la dovrò spannolinare (ahhhhhhhh!!!) o dovrò litigare con lei perchè si vuole vestire da sola ma non sa farlo. O addirittura più avanti, quando inorridirò davanti al suo look ultima moda, o quando, appena patentata pretenderà di uscire.

Penserò con rammarico ai tempi in cui si poteva VERAMENTE comandare....

P.S. Come si può immaginare dalla traiettoria che disegna il cucchiaino nella foto, informo che non è mai arrivato alla sua bocca. Pieno intendo...

venerdì 2 ottobre 2009

Nuova stagione di tango


Ieri, assieme a Mr. F., abbiamo cominciato la nostra terza stagione di lezioni di tango, una volta a settimana dalle 20 alle 22. E' un interesse comune al quale ci dedichiamo da quando siamo sposati. Più o meno la cosa é andata così. Appena sposati volevamo dedicare un pò del nostro tempo libero in un'attività condivisa. Scartato lo sport che a me non piace (a lui da morire) abbiamo pensato al ballo. Mr. F. all'inizio mi ha detto un "no" rotondo, ma poi si é ricordato di un'esibizione di tango che abbiamo visto assieme e ci ha lasciati impressionati. Allora ha detto: "nessun ballo tranne il tango"!

Detto fatto pochi giorni dopo essere tornati dal viaggio di nozze ci ha iscritto. Il tango é decisamente il ballo che fa per lui: é elegante, meticoloso, raffinato, rigido il giusto. Un ottimo ballerino.

L'inizio del nostro corso é coinciso con la gravidanza di Memole che, per fortuna, non ci ha evitato di continuare a frequentare (anche se mi sentivo l'elefante di Fantasia di Walt Disney). 

Che facciamo di Memole??? Siccome in tempo di crisi non ci si può permettere una baby sitter, la portiamo con noi. La poveretta dorme nel suo passeggino relegata in una stanza affianco. A parte i primi mesi di coliche, normalmente si è sempre comportata bene.


P.S: quelli nella foto (purtroppo) non siamo noi...
Related Posts with Thumbnails