lunedì 21 giugno 2010

Senza ciuccio (si puó)

Ai corsi pre-parto, nella lezione dedicata all'allattamento, una delle cose che ti dicono é che il ciuccio può confondere il neonato siccome la maniera di suzionare il seno rispetto al ciuccio é diversa, piú difficile. L'uso del ciuccio potrebbe influire negativamente sull'allattamento, abituando a posizioni scorrette (che poi sono le principali responsabili delle ragadi) e ad una suzione debole, che non stimola la produzione di latte. Per questo consigliano di fare un limitato uso del ciuccio, salvo poi dotare fin dalle prime ore di vita il poppante del magico oggetto di silicone.

Siccome mi ero intestardita nel voler raggiungere un allattamento esclusivo e tecnicamente "impeccabile", non ho mai insistito sull'uso del ciuccio, dato che Memole, come tutti i neonati, non é che avesse una grande predilezione per l'oggetto, probabilmente più per l'incapacità a mantenerlo in bocca che per una vera e propria presa di posizione. D'altra parte nemmeno io ho preso una netta posizione di rifiuto, ed alcune volte ho provato, senza successo, a ingannare la bocca affamata con il geniale tappo. Devo ammettere che i primi mesi ho un pó sentito la mancanza del potere dissuasivo del ciuccio, specialmente in prossimità delle ore dei suoi pasti quando per lei non c'era modo di calmarsi se non quello di ricevere il dovuto alimento. 

Peró, più avanti, ho trovato molti vantaggi al no ciuccio: una dipendenza (sia per il bambino che per i genitori) in meno che evita il dilemma di come e quando togliere il ciuccio, risvegli notturni non dettati dalla semplice perdita del ciuccio (quindi minori), una maggiore igiene (penso che il ciuccio sia l'oggetto infantile che più raccolga la sporcizia), probabilmente -ma questo lo potranno dire solo gli esperti- un palato non deformato dall'uso del ciuccio, la bellezza di poter vedere sempre il suo viso intero (soprattutto i suoi sorrisi) e di sentirla pronunciare parole senza avere un impedimento in bocca.

Ovviamente esistono pro e contro al non uso del ciuccio.
Tra gli aspetti negativi una delle controindicazioni é quella sopra descritta dovuta al non aver un palliativo che possa calmare quando la fame si fa sentire, ma solo durante i primi mesi. Potrei aggiungere tra le controindicazioni, ma solo per chi porta avanti un allattamento esclusivo, la non abitudine alle tettarelle e il possibile rifiuto del biberon quando sia il momento (ma questa é un'altra storia). Per il resto Memole non si è mai ciucciata il dito (al contrario delle teorie terroriste che mi prospettavano: il ciuccio si può togliere, il dito no!!), ha sempre dormito  da sola e senza bisogno di nulla.

Avete avuto esperienze simili alla mia? Come vi é andata?

P.S. Fate anche voi parte della generazione dei ciucciotti (si chiamavano cosí??)?? io ci andavo matta!!! li avevo dovunque: orecchini, braccialetti, collane, una vera e propria malattia!!

19 commenti:

  1. Si, anche io avevo quei ciuccini attaccati allo zaino, alle chiavi...
    Sul ciuccio per i bimbi posso solo dire che a me non sarebbe dispiaciuto se Topastro lo avesse tenuto in bocca ogni tanto, per consolarsi. Ma lui non ne ha voluto sapere. Però a circa tre mesi ha messo in bocca il pollice e ancora oggi, tre anni, gli da una ciucciatina quando è stanco, affamato e per addormentarsi. So che il palato dei bimbi può rovinarsi sia con il ciuccio che con dito, anche se non è certo al 100% che accada, (accade che bimbi che non succhiano nè dito nè ciucciotto si ritrovano a portare l'apparecchio per raddrizzare i denti). Comunque confermo che togliere il vizio di ciucciare il dito è difficilissimo. Con Topastro ci ho provato, gli ho comprato un giochino se prometteva di ciucciare meno, gli ho detto che il suo ditino si rovina, ed è vero, tempo fa ha avuto una piccolissima infezione. E' più forte di lui, il dito si infila in bocca in automatico :-)
    Per quanto riguarda l'estetica ti do ragione, vedo bimbi di tre anni con il ciuccio in bocca e non sono carini per niente, specie nelle foto, sembra un tappo. Ed hai ragione anche sul fatto che non si capisce quando parlano. Tu sei stata davvero fortunata con la tua bimba, il dito è suo e avrebbe potuto iniziare a metterlo in bocca

    RispondiElimina
  2. ciao! hai ragione,è meglio non averlo questo vizietto!
    I miei due bambini non hanno voluto il ciuccio ma il più grande che ora ha 6 anni ciuccia il pollice ahimè!!!

    RispondiElimina
  3. io avevo tantissimi cuicci da piccoli a grandi attaccati ovunque.
    i miei nani purtroppo lo usano....seb. lo chiede spesso, ma spesso lo distogliamo e soprattutto ho detto alle catenelle e ai ciucci sempre in bocca. Mar lo chiede solo per dormire...anche io avrei fatto a meno...ma già al nido glielo avevano sparato in bocca, però problemi di ragadi e altro non ne ho avuti e poi ne limito l'uso...speriamo che toglierlo non sarà un dramma!!!!!

    RispondiElimina
  4. Anche Pietro non vuole il ciuccio e ne facciamo felicemente a meno!!!Io ero contraria all'uso e forse questo ha anche influito... nel senso che poi ho provato più volte (perchè in effetti ci sono momenti che vorresti che lo usasse.... rari, ma ci sono) ma lui me lo ha sempre sputato, con la manina se lo levava e tirava oppure si faceva venire i conati.... ancora adesso ci provo e vedendo questo suo atteggiamento ne gioisco!!! Tra l'altro c'è anche una scuola di pensiero che dice che il ciuccio è negativo a livello di comunicazione.... se un bimbo piange e gli si schiaffa il ciuccio in bocca equivale a dirgli "stai zitto!!!"

    RispondiElimina
  5. ooops dimenticavo.... si anch'io avevo tantissimi ciucci di tutti i colori, attaccati ovunque!!!

    RispondiElimina
  6. Il Cucciolo non ha mai preso il ciuccio (ne abbiamo comprati di tutte le forme possibili e immaginabili), un pò perchè a me sembrava andare contro natura, se piange un motivo c'è e come dice MrsApple, mi sembrava non rispettarlo infilandogli in bocca uno strumento "puzzolente" silicone solo per farlo stare zitto!Con il biberon ci sono stati momenti altalenanti ma a differenza di tutti che mi dicevano che mangiava poco, cresceva poco (crescita sempra al 75 percentile!!) e cercavano di farmi smettere di allattare, il Cucciolo è stato piu' testardo di tutti e continua ancora a nutrirsi con il latte di mamma.
    Ahimè tutto ciò ovviamente ha i suoi lati negativi!!
    Continui risvegli notturni, incapacità di addormentarsi da solo, ha bisogno del seno per calmarsi e varie ed eventuali!

    RispondiElimina
  7. anche il mio biscottino non ha mai voluto il ciuccio tranne qualche sporadicissima eccezione quando era molto piccolo... glielo davo lo ciucciava un po' poi lo sputava e non lo richiedeva!!!! così non glielo ho più offerto e lui non ne ha mai voluto sapere (pur avendo ciucci in giro per casa messi li alla "non si sa mai") nel momento dello spunto dei dentini lo mordicchiava se gli capitava tra le mani, ma non è mai stato un desiderio ciuccioso, era semplice smania.
    e anche per noi non c'è stata la sostituzione del ciuccio con il dito ( tranne in questi ultimi giorni in cui sempre in preda alla smania dei denti lo ciancica ma non lo succhia). lui non vuole nulla eccezion fatta per il mio seno, che fra l'altro ancora gli do volentieri.
    per quanto riguarda i ciucciotti, ebbene anche io faccio parte di quel gruppo di ragazzine fissate con i portachiavi pesantissimi super dotati di ciucci extracolor.

    RispondiElimina
  8. guarda, il ciuccio l'hanno piazzato in bocca alle gemelle a due giorni di vita, in incubatrice. tieni presente che i primi due giorni io ero più morta che viva, e che veniva dato loro il biberon ogni tre ore. e basta. dopo di chè ho fatto fatica a toglierlo, sembrava fosse per loro una gran consolazione, sembrava non ne potessero fare a meno. e l'ho dato anche a carolina, a un mese di vita.
    l'ho tolto a tutte che le gem avevano 3 anni e mezzo e carol 2 e mezzo.
    Dopo un anno, carol ha trovato un ciuccio in un cassetto, dovevi vedere i suoi occhi a forma di cuore. credo che lei avrebbe ancora bisogno di ciucciare, a volte finisce che mi ciuccia i capelli. ma non si può, che storza i denti. vabbè. ;)

    RispondiElimina
  9. Ciao, ti seguo da un po', ma non commento mai (o quasi).
    Noi lo abbiamo usato eccome, adesso poco per volta ne stiamo uscendo.. Non è il "tappo" delle situazioni critiche, io vedo che proprio ha piacere nell'oggetto in sé: lo annusa, lo coccola, ci gioca.. Non vedo perché non usarlo.. E tornando indietro lo userei nuovamente.. Però mi piace lo scambio di opinioni e di esperienze :) Buona settimana

    RispondiElimina
  10. @Pollon: come sai anch'io da piccola ho avuto il problema di ciucciarmi il pollice fino alla prima elementare. me lo riocrdo e ricordo anche come sia stato difficile smettere, per me e per i miei genitori. Oltretutto mi ha causato in quegli anni, oltre ai problemi bucali, un callo enorme con rischio di infezioni.
    Devo dire che sono stata fortunata con Memole perché da subito non l'ho vista sostituire il ciuccio al dito. Certo, ogni tanto si metteva in bocca le dita ma nulla di anormale. Probabilmente, se avessi captato una disposizione abituale, avrei insistito di piu con il ciuccio anche se dubito che avrebbe funzionato. è certamente migliore il ciuccio che il dito, su questo non ci piove.

    @Mrs Apple e Anna: anche per Memole è stato così, non ha mai mostrato interesse, come ho detto, probabilmente all'inizio per l'incapicità di mantenerlo in bocca e più avanti per non essere stata abituata. Lei ne ha tanti sparsi per casa ed ogni tanto ci gioca più che altro per emulare i bambini che vede ma senza dimostrare reale necessità. io non le ho mai impedito questo gioco che alla fine per lei rimane tale.

    @Mamma C: benvenuta! anche a me faceva piacere sapere quali sono le esperienza. Io in realtá non ho una netta posizione di rifiuto, diciamo che é andata cosí e nel mio caso ho trovato parecchi aspetti positivi. Quello che volevo dire è che ogni bambino è diverso e che non é detto che abbia sempre bisogno del ciuccio. Ma vedo spesso in giro un'insistenza previa e "premeditata", cominciando dall'ospedale, che a volte sfiora l'imposizione di un abito di cui forse alcuni bambini farebbero a meno. Credo che sia questa la visione sbagliata.
    Però sottolinei una cosa importante che non ho detto: il ciuccio ha più che altro una funzione consolatrice. che i bambini si sentano rassicurati ciucciando è una certezza. in questo caso senza dubbio il ciuccio non è un tappo ma un compagno.
    Insomma, diciamo che non ho una visione negativa del ciuccio ma solo dell'uso che spesso se ne fa. non escludo di farne maggior uso nel caso arrivassero altri figli e percepissi che potrebbe essere uno strumento amico, però sarei contenta se si ripetesse l'esperienza vissuta con Memole.

    RispondiElimina
  11. Auri usa ancora il ciuccio solo la sera per dormire. Devo dire che è stata splendida in tutto dopo la nascita della sorella non ha avuto particolari regressioni ma il ciuccio non sono riuscita a toglierlo ho provatoin tutti i modi.. fino a quando un giorno il pediatra mi ha detto " Signora ha mmai visto qualcuno sposarsi con il ciuccio? La lasci stare è il minimo sindacale.." li ho capito che forse esageravo io..e allora ho lascito perdere ora lei è meno ossessiva e io meno ossessionta..
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Io una maternità senza ciuccio non l'ho mai contemplata - ma può darsi che abbia a che fare con mia suocera che non ha mai mancato di far notare che i suoi figli non l' avevano mai voluto, come se fosse segno di infinita intelligenza...

    per me è il ciuccio è stato d' aiuto, stt nei primi mesi, con entrambi i pargoletti
    più che atro come segnale per dormire, o per tranquillizzarli durante crisi di pianto un po' più forti dellle solite

    adesso verdun, che ha quasi tre anni, lo usa solo per addormentarsi la sera, ma si vede che lo percepisce come una cosa da "babies", sembra che se ne vergogni un po', fa tenerezza

    bravissima cmq per averne fatto a meno!

    ciao!

    Elle (proud owner del ciucciotto TRASPARENTE - il non plus ultra del fashion, all'epoca :)

    RispondiElimina
  13. Quando Birby è nata ero decisa a non darle il ciuccio tanto che non ne avevo neppure acquistato uno. Poi è arrivato il pacco regalo omaggio della farmacia e dentro c'era un cioccetto rosa che è passato inosservato. Fino a una notte insonne in cui la piccola strillava come un'aquila e quel ciuccetto è sembrata la salvezza.
    Ora Borby ha 16 mesi, usa il ciuccio esclusivamente per addormentarsi, esclusivamente ciucci rosa, simili al primo...
    vedremo come andrà...e se riusciremo a toglierlo prima delle uscite in discoteca ;)

    RispondiElimina
  14. Due bimbi e niente ciuccio: il grande si ciuccia il labbro e la piccola il dito.
    sinceramente sono più contenta così.

    RispondiElimina
  15. Ciao! Scopro il tuo blog solo oggi e volevo lasciare la mia esperienza!
    Noi il ciuccio lo stiamo usando... A dire il vero il piccolo ha iniziato a prenderlo quando aveva già qualche mese... e non lo tiene in bocca troppo spesso ma solo per andare a dormire o quando è particolarmente agitato(ne ha fatto un uso eccessivo solo quando stava mettendo i denti perchè la cosa sembrava calmarlo parecchio). Non sono "pro ciuccio sempre" ma nella giusta misura. Però la sera è meglio della camomilla e se può dargli un piccolo aiuto a rilassarsi non lo trovo così sbagliato. Certo non protratto fino alle elementari! Spesso mi capita di vedere bimbi già grandicelli con il ciuccio costantemente in bocca... ecco spero proprio di non arrivare a quei livelli ma per ora ne siamo lontani! Ciao!
    Roberta

    RispondiElimina
  16. Anche io a Second non ho mai dato il ciuccio. Alcune volte, però, è uno svantaggio. Soprattutto ora che ha un anno e per addormentarsi vuole assolutamente la tetta. Per un altro pò va bene....vediamo quando deciderà di svezzarsi

    RispondiElimina
  17. Il mio consiglio per tutte le neo mamme è ASSOLUTAMENTE NIENTE CIUCCIO!!!faccio la baby sitter da qualche anno è l'ultima novità è stata una bambina di 4 anni con ancora il ciuccio...lo sputava per terra e lo riprendeva in continuazione..risultato: virus purulento dello stomaco!questa ancora un po ci rimetteva le penne!
    mamme: il ciuccio è per voi non per loro e se lo state dando e non sapete come toglierlo il metodo (da me stra usato ed efficace) è molto semplice: se è una bimba che parla tutte le volte che dice qualcosa fate finta di non capirla perchè ha il ciuccio: alla terza volta che si sente incompresa e continua a metterlo e toglierlo se lo toglie sua sponte e voi con mano lesta e senza favi vedere zak:ciuccio sparito!e se ve lo chiede lo cercate insieme non trovandolo dite che è stato lo gnomo dei ciucci che lo porta via ai bimbi grandi e di solito se la bevono. Se no si usa il metodo "abboccano i pesci" di nostra madre (mia e di maggie) ovvero lo cercate e nel cercalo portate la sua attenzione su un'altro gioco e iniziate a giocarci.
    Aky

    RispondiElimina
  18. Presente, anche io facevo parte della generazione ciucciotti :) erano così carini e colorati!! ^^ Per quanto riguarda il ciuccio vero, anche la mia scricci non lo ha mai particolarmente amato nè io ho mai insistito perchè lei lo prendesse. Non amo le "dipendenze" e sono stata ben felice di vedere che non lo cercava, ma le sue povere manine!! Serena non ciuccia il dito, ma da piccolissima ciucciava l'intera mano facendosi sempre delle belle macchie rosse e ora che combattiamo con i dentini, mastica anche 4 dita alla volta! Ma credo che questa piccola mania passerà da sola, senza tragedie, al contrario del ciuccio!Almeno spero :)

    RispondiElimina
  19. Ciao! Il mio nano, che domenica compirà 7 mesi, non ne ha mai voluto sapere del ciuccio, nonostante l'allattamento artificiale. Solo che ci sono volte in cui è disperatissimo, non riesco a calmarlo in nessun modo, neanche in braccio... niente ciuccio, niente dito, non c'è nulla che lo calma e può piangere anche x delle mez'ore. Avete qualche suggerimento??? Anche x dormire non ciuccia niente, si addormenta nel suo letto dopo che gli ho cantato 2 ninne (sempre le solite due da quando ha 3 mesi) e dorme tutta notte. Di questo sono molto contenta ma ci sono momenti a volte che è così disperato che non so cosa fare... voi come avete fatto?

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails