martedì 23 novembre 2010

Notiziona: ci trasferiamo...

...negli Stati Uniti!!!

Ok, respirate.

Vi spiego. Da molto tempo avevamo in mente che dopo il dottorato di Mr. F. avremmo cercato un posto per lui negli States. Un'esperienza di qualche anno. Ci sembrava un buon momento con Memole ancora piccola ed io senza un lavoro fisso. Più avanti le cose si sarebbero senz'altro complicate.

A Febbraio dell'anno scorso la proposta. Ricordo che ero in cucina che preparavo la cena. Mr. F. aveva inviato il curriculum ed in pochi giorni avevano risposto positivamente. In quel momento Mr. F. mi dice che lo aspettano per Maggio 2010. Avevo in mano un piatto con la cena che mi é caduto e si é frantumato in terra. Mi dice il nome della famosissima clinica e pensiamo che si tratti di una delle sue sedi in Florida o Arizona. Mi vedo allora in una città con un clima splendido tutto l'anno, la piscina, il sole....SEEEEEE

Alla fine si tratta della sede situata nella parte più fredda degli Stati Uniti, relativamente vicino a Chicago. Per intenderci: adesso ci sono -13 gradi e normalmente in inverno (che dura da novembre a fine marzo) si arriva tranquillamente a -20 gradi. Praticamente la Russia. Il resto dell'anno sembra essere "normale" ed in più si dice che sia uno dei posti più belli dal punto di vista panoramico e naturalistico.

Insomma, alla fine ci sono stati problemi con la famosa casa farmaceutica che finanzierà il progetto ed eccoci ancora qui. Per fortuna, penso io, siccome dovevo assolutamente finire il mio dottorato. La scorsa settimana finalmente sono arrivati i documenti per fare il visto, abbiamo preso appuntamento con l'ambasciata americana e, se tutto va bene, saremmo lí...i primi di gennaio!!!

Vi dico le mie impressioni. In realtà ancora non ho digerito la notizia per i problemi che ho avuto con la tesi dottorale. E tutto sommato è un bene. Ho molta paura del trasferimento  dal punto di vista tecnico. Ci dobbiamo ancora organizzare per smontare tutta la casa e pensare come fare l'invio: quali cose mandare negli States e quali in Italia. Tutto questo mentre tutti e due continuiamo a lavorare (il fatto di avere finito la tesi non toglie gli obblighi con il dipartimento per quel che riguarda le lezioni da dare e vari altri incarichi) e mentre mi preparo per la discussione.

Tutto sommato sono contenta e emozionata di cambiare, soprattutto dopo gli spiacevoli successi della tesi, però so che non sarà semplice. Un'altra cultura, un'altra lingua (che non conosco) e...il freddo...
Ovviamente all'inizio dovremmo sopravvivere solo con lo stipendio di Mr. F. che, diciamo, non corrisponde per niente al prestigio del posto: è molto meno. E a lungo andare (anzi il prima possibile) dovrò cercarmi qualche lavoro. In realtà spero di trovarlo perché lì, nel mio campo, ci sono molte possibilità e non voglio perdere l'occasione. In più mi piace lavorare e non vorrei buttare il mio (sudatissimo) dottorato.

Insomma, tutta un'avventura! Vi terrò aggiornati!

P.S. Se qualcuno ha conoscenze in quella zona mi potrebbe contattare? Per ora non conosciamo nessuno...
e...se qualcuno ha esperienza -diretta o no- di traslochi internazionali mi potrebbe segnalare la compagnia?

P.S. 2: se guardate il terzo link che vi lascio merita una speciale attenzione la camicia del sindaco della città dove andremo a vivere. AIUTO!!!!

Vi lascio qualche notizia sul luogo dove andiamo (e dintorni):
- Wikipedia


Post pubblicato su a modo mio

19 commenti:

  1. Sono rimasta a bocca aperta...incredibile, cambi continente e lo fai un un entusiasmo invidiabile.
    Pensare che io, sciocchina, ho tentennato un sacco per spostarmi di 10 km...
    Ti ammiro Maggie e sono curiosa di seguire la vostra avventura oltre l'oceano, da donna, da mamma e da collega. QUNIDI CONTINUA A SCRIVERE!
    P.s. Io ho un amico in Canada, non proprio vicino ma se avessi bisogno di qualche info precisa, fammi sapere!
    P.s.1 da me c'è un candy, se ti va!

    RispondiElimina
  2. Ommammaaaaaaaaaaaaaaaa! Un'altra blogger in giro per il mondo!
    Beh, io non conosco nessuno in Minnesota ma a Las Vegas c'è un'esperta di traslochi-internazionali-con-pargoli ovvero World Wide Mom ( http://worldwidemom.blogspot.com/ ).
    Sicuramente lei saprà aiutarti.
    Sono molto felice per questa bella soddisfazione. Ve la meritate!

    RispondiElimina
  3. posso essere un po' invidiosa?
    ecco lo sono....
    io dico sempre a "moto moto" che se gli dicessero andiamo in capo al mondo andrei di corsa, ho già avvertito la famiglia che se mai un giorno dovesse essere... ma non si muove una foglia! è un settore diverso!!!!
    ...
    ...
    Minnesota, suona bene!

    RispondiElimina
  4. cacchio che bello! che bello, che bello, che bello! :)

    RispondiElimina
  5. in bocca al lupo!!!
    vedrai che troverai presto un lavoro anche tu, la mia esperienza è che mi sono trasferita per andare dietro al lavoro di mio marito (la mia filosofia è che si vive dove almeno uno dei due ha un lavoro sicuro) e poi non solo ho trovato lavoro ma attualmente il precario in famiglia è lui :-D
    tutto questo in Italia, negli States le probabilità di successo sono moltiplicate!!!

    RispondiElimina
  6. Sono senza parole!!!
    Sei di un'energia invidiabile.
    Allora... punto uno: credo sia una bella svolta che sicuramente vi porterà successo( la ex ragazza di mio figlio è partita per una conferenza... ed è stata assunta dalla Rokefeller University come ricercatrice...ha avuto successo e vive a Manhattan in un luogo molto prestigioso ed è diventata famosa... e si è lasciata con mio figlio)
    Punto due:come hai constatato siete nel periodo più giusto per Memole.
    Punto tre: siete giovani, intelligenti, colti e pieni di energia.
    Punto quarto: tu non hai ancora un lavoro adeguato.
    Punto quinto: il futuro vi sta aspettando a braccia aperte e vi sorriderà strizzandovi l'occhio.
    Questa volta non mi scordo: in bocca al lupo (crepi)
    Si,è vero, ci saranno difficoltà climatiche e problemi con la lingua...ma a tutto c'è rimedio.
    Posso farti una domanda???
    In cosa sei laureata???
    Un abbraccio forte a Te e a Memole

    RispondiElimina
  7. WOW!!grazie amiche!!mi state dando un sacco di forza!!mando un abbraccio strettissimo ad ognuna di voi!!
    in realtà non ho energia, quasi nulla, sono stremata dalla fatica mentale e fisica di finire la tesi e lottare per i nostri progetti.

    L'idea é entusiasmante e sappiamo che bisognava prenderla al volo siccome il momento é quello giusto. però saranno momenti durissimi e sono molto spaventata. per ora non abbiamo e non sappiamo nulla, né casa né aereo prenotato né scatoloni fatti. No, ancora é tutto da fare e la cosa mi logora.

    @zicin: grazie per il tifo sfrenato che fai per noi. mi "rianima" da questa specie di coma iperattivo che sto vivendo. le cose positive che elenchi sono verissime e sono le principali ragioni che ci hanno spinto a questa decisione. Io non mi posso considerare un cervello, ma Mr. F. sicuramente é l'emblema del cervello in fuga. In Europa non c'è posto per la ricerca, né scientifica né umanistica.
    Mi sono laureata in Scienze della Formazione (indirizzo educatore degli adulti) nel 2005 presso l'Università Cattolica di Milano. L'agognato dottorato che sto per concludere é in Educazione (Pedagogia).

    GRAZIE ANCORA A TUTTE!!!

    RispondiElimina
  8. Che bello! Anche io sono rimasta senza parole! Che avventura... Vi auguro di vivere una bellissima esperienza e IN BOCCA AL LUPO per tutto. Ci terrai aggiornate, spero :-)
    Sono molto curiosa, neppure io so niente di niente del posto dove andrai e ricordo il post che avevi scritto sul luogo dove vivi ora, mi piace conoscere posti lontano anche solo leggendo i racconti

    RispondiElimina
  9. Ciao Maggie, che bello!!E' un'occasione da non perdere e ammiro tutto il vs. coraggio!
    Ma veniamo al pratico, io se posso solo aiutarti per il trasloco in quanto ho lavorato 6 anni come spedizioniere doganale. Prima di tutto devi assolutamente fare una lista (packing list se la fai al computer ancora meglio) per ogni cartone indicando quello che contiene e alla fine devi indicare il valore complessivo della merce (tieniti bassa perchè ci pagherai dazio e iva) che servirà ai fini doganali una volta arrivato il tutto in america.
    Devi inoltre contattare una casa di spedizione (io ne conosco una che si trova a Barcellona e fa parte di un gruppo, per il quale lavoravo, che ha una sede anche a Chicago!) e farti fare una spedizione Door to door, cioè in cui siano compresi i costi del trasferimento della tua merce da casa tua in Spagna a casa tua negli States (al momento del preventivo devi specificare le misure di tutti i cartoni, il loro peso, il loro valore e tutti gli indirizzi).
    Potresti anche spedire via mare in groupage, i tempi saranno più lunghi ma potrai risparmiare qualcosa sul nolo.
    Se hai bisogno puoi contattarmi a. annavanessacaputo@libero.it

    RispondiElimina
  10. ieri sera leggere questo tuo post mi ha fatto riflettere tanto e n'è venuto fuori un mio post stamattina.
    siete davvero coraggiosi. vi auguro di trovare all'estero tutto ciò che state cercando!

    RispondiElimina
  11. E ricordatevi che...NON SIETE SOLI!!!!=)
    Lo staff di supporto verrà presto a darvi una mano!Chiuderemo casa in men che non si dica: ormai la nonna e la zia sono esperte!;)

    RispondiElimina
  12. wow! che notiziona!!!

    beh, un bel cambiamento direi... ma che bellissima opportunità di maturazione e professionale!

    baciuzzi

    RispondiElimina
  13. maggie! bisognerà organizzare un meeting a mezza via, tipo in kansas :)

    riguardo al trasloco, quello che ho scoperto io è che i corrieri in genere offrono tutti l'opzione mare o aria: via nave costa meno della metà ma ci impiega due mesi contro due settimane...
    verdun ripete ormai ossessivamente "quando arrivano le nostre cose?", anche 20 volte al giorno...immagina che gioia

    ansia da trasloco a parte, colgo questo post come opportunità per un grande in bocca al lupo, di cuore!

    RispondiElimina
  14. Spettacolo... sono felicissimo per voi! Sarà un'esperienza fantastica, ne sono sicuro. In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  15. anna, grazie, sto scoprendo un mondo!!
    se vedo che non ne vengo fuori ti contatto!

    petite prince: come farei senza di voi.

    simply: appena posso ti scrivo.

    mammalelella: credo sia una grande opportunità di crescita in molti sensi

    elle: DUE MESI???????? HELP!!!

    ruben: mille grazie e crepi!!

    RispondiElimina
  16. Maggie, felicitaciones a Mr. F por haberlo conseguido. Espero que el frío no llegue a desanimarte demasiado.
    Creo que todos los comienzos son difíciles, pero que en este caso no cabe duda de que vale la pena. ¡Os deseo toda la suerte del mundo en vuestro nuevo destino!

    RispondiElimina
  17. Ho visto ora quale sarà la vostra destinazione... io non ci sono stata, ma ho una cara amica italiana che vive a Minneapolis, dove sta finendo il suo PhD in epidemiologia, se vuoi posso mettervi in contatto. Da quel che so l'idea che ti sei fatta corrisponde al vero: inverni molto, molto freddi, ma paesaggi mozzafiato e ottime risorse. E poi a Minneapolis c'è il Mall of America, uno dei centri commerciali più grandi del mondo ;-) http://it.wikipedia.org/wiki/Mall_of_America

    RispondiElimina
  18. Accidenti, gia' quasi due anni che sei li... Che emozione leggere questo post!!

    RispondiElimina
  19. ho appena scoperto il tuo blog e mi piace! Molto! Anche io vivo negli USA (Seattle) ma da soli 4 mesi, mi sono ritrovata in molti tuoi post, soprattutto quelli iniziali in cui parli di alternanza di tristezza ed entusiasmo, e lasciami dire che ti ammiro tantissimo, perché hai anche dei figli e ci vuole tanto coraggio. Continuerò a seguirti!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails