sabato 26 marzo 2011

Negli Stati Uniti non si stende (é vietato)

...si usa l'asciugatrice. L’immagine nei film americani delle persone che si incontrano in enormi lavanderie per fare il bucato  é estremamente realistica. In generale gli appartamenti privati infatti non sono dotati di lavatrice e asciugatrice. Nella maggior parte dei casi ogni edificio ha uno spazio condiviso apposito. Le macchine funzionano con dei gettoni.

La cosa più strana é che si considera stendere come “indecoroso” e le asciugatrici (per loro) sono indici di un progresso. Nella "comunità" di case in affitto dove viviamo noi, per esempio, vige il regolamento di non stendere fuori, nemmeno nella propria terrazza. In generale negli Stati Uniti e nel Canada é vietato fare il bucato all'aperto. Come potete immaginare é impossibile comprare lo stendino in un normale supermercato (noi l'abbiamo comprato all'Ikea, tanto per cambiare).

Nel nostro appartamento abbiamo la fortuna di avere sia la lavatrice che l’asciugatrice (che vanno sempre in coppia). Io credo di non aver mai visto un asciugatrice fino ad ora. Devo ammettere che é comoda e lascia i vestiti estremamente morbidi e poco stropicciati. É vero anche che alla fine del suo ciclo lascia uno strato di cotone con il quale si potrebbe riempire un cuscino!

Di solito cerco di non usarla, per rispiarmare (qui le bollette dell’elettricità sono abbastanza care) e per non rovinare troppo i vestiti. Spesso mi faccio vincere dalla comodità, soprattutto perché non mi piace per niente stendere, poi anche perché avere in poche ore le cose lavate e asciugate non é cosa da poco!


Ho letto che negli ultimi anni in America e in Canada si sta pensando di togliere il divieto di stendere per una ragione economica. Le asciugatrici infatti rappresentano un consumo consistente non solo per l'economia domestica ma anche per quella nazionale ed ecologica.

In merito a quest'argomento potete trovare articoli interessanti qui e qui. Anche la mia amica Zicin ha parlato di questo tema qui.


Io credo che sia difficile abbandonare un'abitudine così radicata. Difficile tornare indietro dopo aver vissuto con l'asciugatrice.

Mi sembra che anche in altri paesi Europei esista l’usanza delle lavatrici condivise (Svizzera?). Voi ne sapete qualcosa?

** prima foto: trattasi del nostro stendino in Spagna, dopo il primo tentativo di spannolinamento. I panni stesi sono il risultato di un giorno di tentativi...

19 commenti:

  1. E' davvero interessante leggere i tuoi ultimi post sulle abitudini del nuovo luoghi in cui vivi. Quello sulle tapparelle e ora gli stendini... Io ho l'asciugatrice da 2/3 anni e confermo che è comodissima in inverno, specie a Rimini dove è molto umido e quindi i panni stesi fuori non si asciugano! Però io non ci metto tutto tutto, ad esempio evito cose molto elasticizzate e le calze, perchè dopo un annetto perdono completamente la loro elasticità. Penso che se usata in maniera intelligente, non consumi tantissima energia. Però il divieto di stendere è davvero strano! Caspita, non avrei mai pensato che in alcuni posti fosse vietato farlo...

    RispondiElimina
  2. Io ho resistito senza asciugatrice fino a che ero a quota 2 figli.
    Quando sono arrivati i gemelli, l'abbiamo comprata.
    In effetti, per una famiglia di 6 persone è molto comoda.
    Se ci aggiungi che io abito tra le nebbie della val padana, l'asciugatrice per me è una mano santa.
    Ma devo confessarti uan cosa: tra i miei "squilibri mentali" c'è quello di sniffare i panni asciugati al sole.
    Si lo so, ho delle tare, ma io adoro ritirare i panni e annusare il profumo di che emanano.
    Per cui, non appena arriva la bella stagione, mando in vacanza l'asciugatrice e mi stendo i panni in terrazza.
    Ciao e buon fine settimana
    Lavì

    RispondiElimina
  3. ah non fraintendete, ma nemmeno a me piace vedere i panni sventolare dai balconi.
    Ma non per questo sono d'accordo con le leggi che vietano di stendere, anzi!
    Basterebbe avere uno stendino sul balcone, e il gioco è fatto.
    Sarà che ricordo ancora, quando stavo con i miei, che la vicina di sopra a noi, ogni 3 giorni stendeva tende, lenzuola e copriletti gocciolanti, che oltre a toglierci luce tanto erano ingombranti, ci finiva sempre acqua sul nostro balcone.
    Per cui, w gli stendini!

    RispondiElimina
  4. veramente? non si può stendere e si usa sempre l'asciugatrice????

    ecco io la sogno anche di notte l'asciugatrice, soprattutto nelle fredde e umide giornate della val padana.
    anche se anch'io la userei solo in inverno.

    baciuzzi

    RispondiElimina
  5. Il nostro prossimo acquisto "importante" sarà proprio l'asciugatrice.Ne abbiamo bisogno!
    Noi viviamo in montagna, l' inverno dura quasi 9 mesi, tra pioggia, neve, nebbia e vento fortissimo, poi magari in una tiepida giornata di sole stendere i panni fuori, spesso significa ritirarli che puzzano di fumo di caldaie, camini e bruciatori!!
    Però d'estate adoro letteralmente stendere fuori, all' aperto con quella leggera brezza che fa sventolare le lenzuola, per me è l'immagine del pulito (ricordate la pubblicità della candeggina, con la nonnina e le sue famose lenzuola?!ecco quella!).

    RispondiElimina
  6. Nei palazzi in Svizzera ci sono le lavanderie condominiali, con regole severe sui turni e sugli orari da rispettare, in parecchi c'é pure il divieto ad avere una macchina da lavare nel proprio appartamento.
    I primi due anni che stavo con mio marito abitavamo in una palazzina così. Mio marito faceva il turno spezzato e la sera lavorava, io finivo alle 19.00.
    Il nostro turno era il giovedì sera dalle 17.00 alle 19.00....
    avevamo a disposizione una macchina da lavare, e un'asciugatrice per queste due ore, in più potevamo usare "5 fili designati" per 24 ore, allo scadere dei quali ti tiravano su la roba.
    A parte che dovevamo fare i salti mortali per fare un bucato, ma se posso lavare dalle 17.00, cosa me ne faccio dell'asciugatrice dalla stessa ora? ci metto quelli della settimana prima?
    Adesso fortunatamente stendo in giardino, quando il tempo lo permette e sperando sempre che non cambi radicalmente, anche a me piace l'odore dei panni stesi fuori.
    Non avendo l'asciugatrice d'inverno stendo in lavanderia, dove c'é anche la caldaia, tutto asciuga in poco tempo e non devo angosciarmi a tirare su tutto e subito.
    Buona settimana
    Ludo

    RispondiElimina
  7. si, in molti paesi del nord europa è così. in Svizzera te lo confermo perchè mio marito ci ha abitato x 4 anni prima che ci sposassimo, e anche in Svezia, dove ho vissuto x 2 mesi. ma so che è così anche in altri paesi. probabilmente quella di stendere i panni è una tradizione più 'meridionale', dove comunque c'è la possibilità di stendere all'aperto per molti mesi all'anno. non so, è una possibile interpretazione. personalmente noon ho nulla in contrario nè a una nè all'altra pratica... un pò è un fatto di abitudine, un pò di situazioni... in certi casi stendere i panni in balcone può essere antiestetico, in altri casi può essere una scocciatura la lavarice condominiale... ma basta abituarsi e organizzarsi e tutto si può fare senza problemi, no?
    uno stendino in casa però secondo me è utile a prescindere.

    RispondiElimina
  8. Io non ho l'asciugatrice, però nella casa "nuova" quella post trasloco per intenderci, ho una stanza asciugatutto, dove è posizionato praticamente sempre da ottobre a maggio il supersonico stendino foppapedretti e dove riesco ad asciugare praticamente appunto "tutto". In città però sono sorte un pò dovunque lavanderie automatiche, io ne ho due praticamente sotto casa, che sono comodissime per piumoni, giacconi e quant'altro.... Mio marito che ha vissuto parecchi anni in Francia mi dice che da loro vicino a Lione c'era la lavanderia condominiale e recentemente in Svizzera in settimana bianca ne abbiamo usufruito anche noi.... L'asciugatura al sole però non ha confronti e avendo la fortuna/sfortuna di avere un terrazzo che si affaccia sul cortile interno condominiale posso contare su ben quattro "corde per stendere" lunghe quanto il terrazzo e due corde a carrucola lunghissime che mi collegano con il palazzo di fronte.....:) P.S. E la casa ? Hai finito di sfare gli scatoloni?

    RispondiElimina
  9. Devo dire che io ho una condizione privilegiata, ovvero quella di vivere in montagna, non in città. Quindi anche in inverno, se c'è una bella giornata di sole, i panni si asciugano in poche ore e hanno quel buonissimo odore di pulito e ammorbidente che hanno i capi asciugati dal sole e dal vento.
    Certo quando per settimane non riesci ad avere un fine settimana di sole per lavare lenzuola, copripiumoni ecc un po' di invidia per l'asciugatrice viene...però passa subito!
    Ma una curiosità: poi bisogna stirare tutto quello che esce dall'asciugatrice o i capi sono presentabili? Perchè io odio stirare...

    RispondiElimina
  10. penso che sia antipatico non poter stendere i panni 'fuori'
    Bo
    io non sono un intenditore pero'
    ciao Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  11. Pollon: faccio la vostra "inviata speciale" e cerco di farlo una volta a settimana!! a me ha sempre incuriosito sapere come si vive in altri posti, per questo voglio condividere! mi fa piacere che apprezzi!

    Lavinia: i panni stesi al sole...che buon profumo...quelli usciti dalla lavatrice sono morbidi ma perdono la consistenza tipica e un pò rigida delle cose appena lavate...sono d'accordo con te, c'è modo e modo di stendere i panni.

    Cosmic: sicuramente la temperatura atmosferica influisce sulle abitudini.

    Rossella: una volta che ce l'hai...difficile farne a meno!

    Anna: effettivamente anche qui con questo freddo...però stendo in casa, anche se non mi piace per niente!

    Mrs Owen: Sono SCONVOLTA!!! io non potrei vivere con degli orari...e se hai bisogno di qualcosa subito? organizza uno sciopero!

    Esther: ecco, per me sarebbe l'ideale, la stanza della lavanderia. OTTIMO!

    Mich: fortunella! i panni escono molto bene: morbidissimi e abbastanza "stirati", io non ci potevo credere. I calzini di mio marito (che lui preferisce STIRATI) escono davvero come stirati, non so come sia possibile!! E poi anche i vestitini di Memole e alcuni pantaloni. Però certe cose come le camicie o le tovaglie no.

    Michele: benvenuto!! ecco, io quello che non capisco e non condivido é il divieto. boh!

    RispondiElimina
  12. p.s. Esther, tra poco spero di postare foto della casa, dentro e fuori, giro virtuale. grazie per interessarti!

    RispondiElimina
  13. Confermo, in Svizzera ci sono le lavatrici condominiali, e anche l'asciugatrice se vuoi, ma io non la uso perche' comunque costa, consuma, inquina, rovina la roba... e se posso stendere preferisco! Anche perche' oltre a lavatrici e asciugatrici, abbiamo anche le stanze per stendere condominiali!

    RispondiElimina
  14. Io è 21 anni che vivo in svizzera e 21 anni che uso le asciugatrici il consumo è irrisorio , poi per l inquinamento .. boh ,, che rovina la roba ..boh.. forse sei tu che non sai gestire un semplice bucato ... a me le asciugatrici non mi hanno mai rovinato nulla !!. bisogna saperle usare ...

    RispondiElimina
  15. Nata e cresciuta in Svizzera, gli stenditoi in giardino ci sono in tutte le case unifamiliari, i palazzi sono dotati di lavanderia condominiale, con locale annesso dotato di fili per stendere o stenditoio all'aperto per il periodo estivo e caldo. Ora sempre più vengono installate delle asciugatrici. Spesso nelle nuove costruzioni ogni appartamento viene dotato di lavatrice e asciugatrice personale. Ma cosa c'è di meglio che poter stendere il bucato all'aperto e ritirarlo che sa di sole e di primavera? Buon bucato a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vivo in provincia di Milano ed ho l'asciugatrice praticamente da sempre. Ricordo le difficoltà che si vivevano in casa quando d'inverno non si riusciva a stare dietro al bucato. Ammetto che da quando l'abbiamo comprata è cambiato tutto lo stile nel fare il bucato. Durante la settimana io non ho tempo per dedicarmi molto alle faccende domestiche e quindi anche al bucato essendo al momento single e lavorando molto. Ma il fine settimana in una sola mattina lavo e asciugo praticamente tutto....grazie all'asciugatrice io non stiro praticamente niente ad eccezione delle camicie e le tovaglie da tavola. Per me è normale averla perchè mia madre la usava sempre. Personalmente la uso sempre, anche quando si potrebbe stendere, ma semplicemente perchè non amo mettere il mio bucato in terrazza...non so non mi piace proprio l'immagine che da....figuriamoci poi se voglio rovinare il mio Loft stile NEW YORK con stendini in mezzo ai piedi. L'unica cosa che non asciugo sono i maglioni perchè sono troppo delicati e rischierebbero con la rotazione continua di rovinarsi...anche se adesso so che ci sono asciugatrici in grado di asciugare la pura lana vergine....ma la mia è un modello datato. C'è anche da dire che le asciugatrici sono eterne....non lavorando con l'acqua ci impiegano una vita ad usurarsi. Io credo che sia sempre stata una cosa prettamente italiana quella di stendere il bucato, considerando che negli USA come in SVIZZERA come in altri tanti paesi del mondo, l'asciugatrice esiste da che esiste la lavatrice.Ma anche in ITALIA adesso tutti si stanno prendendo l'asciugatrice e chi ha poco spazio cambia la vecchia lavatrice con una nuova lava-asciuga. Io l'ho avuta, devo dire che è meno comoda per via del carico da dividere per effettuare l'asciugatura....ma a casi estremi, estremi rimedi e ci si adatta ;)

      Elimina
    2. Esattamente come Anonimo scrive, posso affermare che l'uso dell'asciugatrice è la cosa più comoda che possa esserci. Io la comprai a mia madre 10 anni fa e da allora non è più riuscita a farne a meno. Oggi vivo solo ma quando ho comprato la lavatrice in concomitanza ho preso anche l'asciugatrice. Io ci asciugo tutto tranne i maglioni perchè sono troppo delicati. Io non amo avere stendini per casa che appunto come dice anonimo rovinano tremendamente l'estetica dell'appartamento....specie se poi gli hai dato uno stile particolare. Si può dire che la uso praticamente tutto l'anno...magari proprio in piena estate no ed uso lo stendino ...ma che tengo sul balcone dove nessuno può ammirare la mia biancheria intima....AMMETTO che però non mi fa inpazzire questa cosa perchè da una immagine trasandata e disordinata. La mia asciugatrice è indistruttibile e la sua comodità non ha prezzo. Non credete a chi dice che consuma troppo o che rovina il bucato. Io la uso tendenzialmente 4 volte a settimana e le mie bollette si aggirano intorno a 74 euro ogni due mesi. I capi a me non si rovinano....certo se poi uno pensa di tenere una maglia o un pantalone nei secoli dei secoli....allora è un'altro discorso....tutto si usura nel tempo!!!! sullo stirare è verissimo che si riduce praticamente dell'95%. Io stiro solo camicie e tovaglie della tavola. Ragazzi prendetela e basta, non albergate nella scomodità per via dell'ignoranza del vociferare. Solo l'Italia ha ancora l'abitudine di stendere il bucato e io lo trovo davvero sgradevole camminare per le vie della città e vedere vestiti sventolare da finestre o balconi....scusatemi ma non mi piace e non mi da neppure nessun senso di patriottismo. Ciaoo

      Elimina
  16. Niente da ridire per chi abita nelle zone sempre piene di nebbia umida e maltempo o dove vi sono lunghi mesi sotto la neve, ma abitando al Sud mi trovo una meraviglia a stendere il mio bucato al sole che profuma di fresco, è tutta un'altra musica.

    RispondiElimina
  17. Visto che alcuni recenti studi, hanno evidenziato che questo macchinario tanto utile, nelle zone gelide e carenti di sole, andrebbe utilizzato con cautela e parsimonia, in quanto evapora, condensa e rilascia agenti chimici contenuti nei saponi, candeggina ed ammorbidenti, che finiscono dritti nei polmoni tramite inalazione dell'aria specie nei piccoli ambienti chiusi in cui in genere si collocano, trovo utile quantomeno non farci soggiornare i bambini, prima di aver arieggiato il locale, perchè, dati i sintomi, deve essere ancora peggio del fumo di sigaretta.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails