martedì 3 maggio 2011

Story Time negli USA

Negli USA la cultura del libro e della lettura sono elementi fondamentali fin dalla primissima infanzia. Le biblioteche sono importanti luoghi di ritrovo che offrono le più svariate iniziative per grandi e piccini. Una di queste si chiama Story time. Si tratta di un momento (concretamente di mezz'ora) dedicato al racconto di storie per bambini mimate e/o cantate. Queste iniziative non vengono promosse solo nelle biblioteche ma anche nei centri commerciali e sportivi, nei negozi di giocattoli, etc. Ogni giorno della settimana é coperto siccome, nei diversi luoghi, si alternano. La partecipazione é gratuita e vede tra gli spettatori mamme, papà, nonni, baby sitter e bambini fin dalla più tenera età.

Noi andiamo in un negozio di giocattoli siccome é abbastanza vicino a casa. Normalmente partecipiamo due volte alla settimana. É una bella occasione per uscire, imparare la lingua e le canzoni tradizionali per bambini. In realtà a Memole all'inizio non é piaciuto per niente. Il signore che racconta infatti é un pó "particolare" e può risultare inquietante. Quindi Memole piangeva e mi stava appiccicata. Poi ho insistito e l'ho portata varie volte e adesso é più entusiasta. Piano piano sta imparando le canzoncine in inglese. Inoltre, alla fine dei racconti si distribuiscono i palloncini. La proposta di questa iniziativa in un bellissimo negozio di giocattoli in realtà é anche una mossa commerciale. Difficile uscire senza aver comprato nulla (ma ci riesco, ve lo prometto!!). In più, siccome molti giochi sono in esposizione e pronti per essere "giocati" io ne approfitto per lasciare Memole a giocare un pó. Lei adora la cucinetta. Cosa che non abbiamo in casa.

Io non ho vissuto da vicino le iniziative di intrattenimento per bambini in Spagna (e nemmeno in Italia), però mi dicono che questa abitudine si stia trasferendo anche in Europa. Confermate?


















(Notare cosa sta preparando Memole: i brownies!!!).

Vi lascio due video. Nel primo é degno di nota il cinese che mi saluta (io non lo conosco) e Memole che dice: "bambini"! Nel secondo Memole dice: "Mira!" (significa "guarda" in spagnolo!).





12 commenti:

  1. Ciao Maggie
    qui in Italia credo che si stia diffondendo soprattutto nelle librerie, dove si tengono anche laboratori vari di manualità e nei teatri.
    Nei centri commercilai anche soprattutto nelle grandi città!
    Credo sia una bella esperienza purtroppo nel nostro paesino non c'è nemmeno la bilbioteca...sigh sigh sigh!!

    RispondiElimina
  2. Te lo confermo.
    Nell'asilo dei miei bimbi una volta a settimana viene una ragazza a raccontare le "favole mimate" e 2 anni fa è stata aperta una libreria che un paio di volte a settimana ha questa bella iniziativa.
    I miei bimbi ne vanno matti.

    RispondiElimina
  3. Che bello! nella biblioteca della nostra città, in cui è stato da un paio d'anni ampliato e migliorato lo spazio bambini, fanno delle letture di gruppo animate. Durano circa un'ora e viene proposto un tema con un paio di libri. Sono divise per età e alla fine si fa una piccola attività a tema, un disegno, un collage, una canzone...purtroppo le fanno solo il sabato anche se mi sembra che per i piccolissimi aabiano fatto qualcosa anche in settimana...e poi le librerie ogni tanto lo fanno!

    RispondiElimina
  4. ciao che bello !!! qui a Roma di questi posti ce ne sono pochi e sempre molto affollati....noi li frequantiamo soprattutto in inverno ma devo dire che non sono della bravaura di questo che ho visto nel video...ottima scelta.
    Un abbraccio (come sempre...)

    RispondiElimina
  5. Io abito in un paesino di provincia in Piemonte e il supermercato davanti a casa con annesso piccolo centro commerciale, molto spesso organizza intrattenimenti per bambini...l'ultimo è stato "Disegnamo fra le corsie"...noi purtroppo non abbiamo potuto partecipare ma amici ci hanno detto che è stato bellissimo...il prossimo vedrò di non perderlo!!!
    Besitos

    RispondiElimina
  6. Qui da noi in Liguria è soprattutto in biblioteca che organizzano letture per bambini. Da qualche anno per i bambini un pò più grandi di Memole organizzano in primavera anche una notte in biblioteca ( con maestre e sacchi a pelo al seguito ) con letture, giochi e animazioni.
    P.S. Il signore cinese è davvero simpatico.
    P.S.2 Io sono Esther ( con l'acca)

    RispondiElimina
  7. ma perchè quando vedo queste scene mi vengono le lacrime di commozione? sarò mica malata!!!!!

    RispondiElimina
  8. Anna: io credo sia una bellissima iniziativa!

    Lavinia: che bello che lo facciano anche negli asili!

    Ester: caspita, anche l'attività? MI PIACE!

    Ruben: YESSS

    Mammanonlosa: é un personaggio. a me piace. come ti ho detto Memole ci ha messo un pò prima di capire che era "buono".

    Lamamma: si, pensano siano cose da non perdere! alla prossima allora!

    Esther: la notte in biblioteca??? ma é FANTASTICO!!! sei un pozzo senza fondo, vediamo se riesco a trovare qualche abitudine culturale che non hai vissuto in pria persona! :))

    Muccachicca: le lacrime??? ehmmm fatti vedere... ma no dai, sarà la primavera, tranqui!!!

    RispondiElimina
  9. Vedo degli espositori Melissa and Doug (nelle foto in alto)...a breve anche in Italia saranno disponibili i giochi M&D, li importiamo noi di FunLab e sono veramente dei giochi fantastici...tu li hai provati? che ne dici? speriamo che anche gli italiani apprezzino...

    RispondiElimina
  10. Che occhio!!
    Allora, l'intero negozio di giocattoli è firmato M&D. A me piacciono moltissimo perché sono ben fatti e c'é una varietà incredibile: hanno dei pezzi veramente unici ed originali! Quindi fate bene! vedrai che sarà un successone!

    RispondiElimina
  11. In Italia non ho mai visto nulla del genere, ma non sono madre quindi sicuramente mi è sfuggito.
    Bellissime queste iniziative divertenti e culturali. Sempre detto che gli americani, in certe cose, sono un passo avanti!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails