giovedì 18 agosto 2011

La casa dov'è?



... "la casa è dove posso stare in pace con te...".

Ieri siamo tornai dalle nostre lunghissime vacanze. Sono stati giorni meravigliosi, pieni di sole, risate, programmi (al più presto un resoconto illustrato)

Non è stato facile pensare al nostro ritorno negli USA. Ho cercato di portarmi qualche pezzo d'Italia: un pó d'olio d'oliva, un acquerello di Roma, tantissime foto. Ma soprattutto ho fatto una scorpacciata mangereccia come non mai. Prima di partire dal mare la mamma ha comprato 3 Kg di mozzarella di bufala e...stanotte ancora me la sognavo...

Poi grigliata, pizze, gelati (quanti gelati....), pasta (le trofie, ma quanto tempo era che non le mangiavo??), porchetta, crescentine, piadine e mille altre cose. Ok, sí, credo di essere ingrassata (la bilancia di casa è rotta e non ho avuto ancora il coraggio di cambiarla, ma ho la scusa della gravidanza: e questo-a piccoletto-a quando mai potrà tornare a mangiare queste cose :)???? Poi i mesi che mi aspettano non saranno proprio una passeggiata. Da lunedì si comincia la scuola con la settimana di formazione professori e non so ancora con chi lasciare Memole...

Comunque, scorpacciata di affetti, sole, cibo, riposo, risate.

Onestamente se non ci fosse stato il mio uomo ad aspettarci il mio slancio verso gli States sarebbe stato nullo. Certo, pensare alla nuova avventura lavorativa cambia le prospettive e i ricordi negativi, ma la sistemazione "ideale" è ancora in potenza, più che altro immaginata, direi un'aspettativa. Da quando mi sono sposata non è stato così difficile salutare la mia famiglia fino a questo momento. Probabilmente anche la lontananza e l'incertezza sulla prossima data di ritrovo fa la sua parte. E il fatto che la prossima volta mi vedranno "sdoppiata" mi fa un certo effetto.

Ma il mio ritorno ha visto una città che ci ha accolti diversamente dalla prima volta. Un cielo azzurrissimo e una piacevole brezza. E Lui, il nostro uomo. Quanto gli siamo mancati.... L'ho visto un pò sciupatino, evidentemente la scorta congelata di cibo per i pranzi di un mese non è bastata (che lavoraccio prima della partenza). Però ci ha fatto trovare la casa impeccabile: ordinatissima, pulitissima, tutto lavato e stirato. E in camera nostra un vaso di margherite gialle che davano allegria solo a guardarle! In questi primi tempi mi dedicherò a tirarlo un pò su, se lo merita.

Che bello risentire di nuovo il suo profumo, poterci abbracciare stretti (con "qualcosa" in più tra noi), viaggiare in macchina tenendoci per mano, continuare a ripeterci che è bellissimo essere di nuovo insieme e poter dormire accanto la notte...

L'altro giorno mi è arrivata una mail dalla suocera. Non parlo mai di lei perché è una persona abbastanza difficile e il più delle volte Mr. F. ed io viviamo grandi e non piacevoli incomprensioni. Ma oggi le sue parole mi hanno commossa e riempita di speranza. Voglio farne tesoro!

"Hai coraggio e forza, hai la creatività che Ti permette di costruire iniziative e rapporti: hai lo slancio vitale dell'amore. Sarà una nuova città, ne sono certa, quella in cui da dopodomani vivrai perchè con F.  giorno dopo giorno saprai modellarla per Voi".

10 commenti:

  1. Bentornata innanzitutto!
    Che post pieno di romanticismo, che bello!
    Meravigliose le parole che ti ha scritto tua suocera (com'è tecnologica poi, la mia non riesce nemmeno a mandare un SMS!).

    RispondiElimina
  2. Bentornata!
    A volte le suocere sanno proprio stupirci... Anche se io aspetto ancora che la mia lo faccia!! ;)

    RispondiElimina
  3. mmmmm adesso devo tronare indietro con i post!!! non sapevo della pancia! ma quando l'hai saputo???

    Congratulazioni, sono MOLTo ciontenta per voi!

    P.S: Trofie, mozzarella di bufala ...
    ma di dove sei esattamente?

    RispondiElimina
  4. CIAO! che bello avere tue notizie! è vero che sie coraggiosa e dalle mille risorse, ce la farete egregiamente!!!
    complimenti alla suocera! anche io ancora aspetto che la mia mi stupisca... purtroppo!!!

    RispondiElimina
  5. bentornata..mi chiedevo come avessi passato la tua vacanza italiana..p.s. che carina la suocera...lo dico sempre che dobbiamo solo cogliere il meglio che ci danno..
    il brutto?..fa parte dell'essere suoera

    RispondiElimina
  6. Non sapevo della pancia abitata! Che bello! E che belle anche le karole di tua suocera!!!

    RispondiElimina
  7. Dopo tutti questi speciali commenti non posso che dirti: Ti seguiremo! Bellissimo il tuo blog e anche ciò che scrivi! A presto! Le donne di Cà Versa!

    RispondiElimina
  8. Anna: grazie!! devo dire che hai trovato un altro pregio di mia suocera (io faccio fatica). effettivamente è abbastanza avanti con la tecnologia, forse anche troppo, per nostra dannazione sa usare perfettamente skype. tra poco ce la troviamo su FB!!

    Robin: io sono stupita che mi abbia stupito!! ma in fondo per lasciarci stupire dobbiamo permetterlo e lasciare correre tante, tante, tante cose....

    Corie: l'abbiamo saputo il giorno di Pasqua :)!! io sono di bologna, ma da quando sono espatriata sono italiana dentro, quindi amo TUTTO dell'Italia, mi riferisco soprattutto al cibo e alla bellezza della nostra terra.

    Mammamicia: e tu come stai? tra poco saprete il sesso anche voi? un abbraccio!

    Sly: ma grazie! sono perfettamente d'accordo con te. per noi gioca una buona parte la distanza. le suocere a piccole dosi si possono prendere. E anche apprezzare. Un pelo, solo un pelo.

    Mammachetesta: ah, a volte anche io mi dimentico di essere di nuovo in cinta...davvero, ahahahah! comunque a dare la notizia in estate si perdono colpi!

    Azienda Agricola: eh, a me piacerebbe non solo seguirvi, ma avervi qui a lato. Ditemi quando aprirete una filiale nel Minnesota!!!

    RispondiElimina
  9. La casa siete voi quattro in qualunque posto vi troviate!

    RispondiElimina
  10. ruben, questa una grandissima verità!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails