mercoledì 5 ottobre 2011

La sindrome della donna gravida: carpe diem

Spero di non essere l'unico caso, ma la famosa "sindrome del nido" non è l'unica che mi prende quando sono in stato interessante. Avete mai sentito parlare della sindrome del CARPE DIEM?? Si tratta del voler fare più cose possibili, considerando il momento della nascita come uno spartiacque. Quasi fosse un A.C. D.C. Probabilmente la seconda gravidanza acutizza questa sindrome perché la consapevolezza del "potrebbe essere una delle ultime volte che..." è ancora più tangibile data l'esperienza previa. A tutto questo si aggiungono i primi giorni di un autunno che sembra più che altro un'estate tardía, ed il pensiero di un lunghissimo inverno davanti. Come non approfittarne?

Come dire di no ad un corso serale intensivo di conversazione in inglese?? Quando potrà capitare l'occasione se sarò legata agli orari di allattamento? (inoltre ho scoperto inaspettatamente di avere un alto livello di comprensione ma un pessimo di linguaggio -ok, l'ultima parte non mi ha sorpresa-). 

Come dire di no alla proposta di dare lezioni private di spagnolo ad una bambina dell'asilo due pomeriggi a settimana? Lavoretti extra dopo la nascita non li potrò vedere nemmeno con il cannocchiale e questo è l'unico momento in cui possiamo mettere da parte...

Come dire di no ad un workshop sul tango passionale di domenica mattina o ad una serata al mese di tango?? non si può, caspita, che già la pancia mi impedisce di ballare potendo abbracciare decentemente il partner, poi mi sento dire (ed è successo) che la persona che balla con me sente muovere la bambina e fa un pò strano. Diciamo che per il tango mi do un altro mese. Poi chissà quando lo rivedremo...

Per non parlare di tutte le cose che voglio fare con Mr. F. e con Memole. Una cena fuori con il mio uomo, una serata al cinema, una biciclettata da sola con Memole e...sì, mi piacerebbe portare al cinema anche Memole. E l'altro giorno Mr. F. dice che dopo i due corsi di nuoto che Memole ha fatto l'anno scorso sarebbe un peccato abbandonare proprio quando ha imparato a nuotare sott'acqua (e con gli occhi aperti) da sola. Bè, se a questo ci pensa lui, ok, si fa pure questo.
Purtroppo (o per fortuna) la mia voglia di viaggiare non può essere realizzata un pó per l'impossibilità di Mr. F. di lasciare il lavoro nei fine settimana, un pó per motivi economici. Questa me la sono risparmiata.

Però da Novembre iniziano i corsi pre parto, perché, attenzione, io è come se non avessi mai partorito visto il cesareo programmato di Memole per presentazione podalica. Ma d'altra parte è consigliabile frequentare anche il corso per il famoso VBAC (parto naturale dopo cesareo).

A tutto questo da aggiungere una sindrome del nido in fase acuta. Per la "gioia" di Mr. F. siamo tornati all'Ikea. Ogni giorno voglio cambiare qualcosa della casa e farlo SUBITO che poi chissà cosa può succedere.

Qualcuno mi fermi.

14 commenti:

  1. oh povera gioia... quante cose.. vedrai che riuscirai a fare tutto e con la giusta calma.
    Prenditi del tempo per te stessa, come persona però non solo come mamma..
    A presto! Valeria

    RispondiElimina
  2. no no come no la conosco bene questa fase e viene soprattutto con il secondo perchè sai bene a cosa vai incontro.
    anche io prima della nascita di cimpri ho fatto DI TUTTO.
    contentissima, nonostante la strapazzata, lo rifarei!
    brava!!!

    RispondiElimina
  3. sono nel tuo stesso vortice...si dobbiamo fare tutto perchè poi... chissà quando va a finire...
    poi mi lamento che la sera sono distrutta...

    RispondiElimina
  4. ahahaha il workshop sul tango é grandioso!!! assolutamente necessario!

    RispondiElimina
  5. Quoto WWM con il secondo la sindrome del nido moltiplica i suoi effetti sulla mamma :D

    RispondiElimina
  6. No nessuno ti deve fermare vai avanti così......e cerca di fare tutto e anche di più !!!
    P.S. La scena del ballo è da film !!!!
    In effetti ripensarci molti dei tuoi post potrebbero essere un'ottima sceneggiatura per una fiction !!! Ricordo per esempio le peripezie con gli scatoloni in giro per gli USA e che dire delle lezioni di scuola guida ?

    RispondiElimina
  7. Perché a me la sindrome del nido non mi prende mai? In gravidanza aveva una stanchezza tale addosso che ero capace di dormire 12 ore di fila!
    La voglia di fare mi sta tornando solo ora, dopo 4 anni... :-)
    Non strapazzarti troppo, mi raccomando!

    RispondiElimina
  8. sottoscrivo tutto quello che stai passando!

    ...ma ci tenevo anche a raccontarti che il mio secondo è stato fin dal giorno zero il bambino più flexible della terra, adattandosi a tutte le routines già in piedi, forse nella consapevolezza che nessuno aveva la forza di inventarsene di nuove...
    anyway, nella mia esperienza e in quella di un sacco di mamme che conosco il vero ac/dc rimane la nascita del primo pargolo - ti auguro che anche per te le cose siano un po' più easy questa volta :)

    un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  9. quante cose mi hai fatto venire in mente....non so come siano gestiti i corsi pre-parto in America, io li ho fatti per le prime 2 gravidanze ed è stato stupendo. Per Sam non sono riuscita, troppe cose da incastrare, però ho dei bellissimi ricordi

    RispondiElimina
  10. Valeria: grazie! di fatti in realtà sto pensando ad attività per me stessa, come il tango, il corso di inglese, il cinema... perché poi per un pó di tempo sarò soprattutto mamma.

    WWM: ahahaha allora non sono l'unica. si è una gran stancata però da anche una botta di vita, perchè non sfruttare questa fase fino in fondo?

    Mammamicia: io la sera proprio sono uno zombie. e mi permetto anche di fare le ore piccole. non sono normale, no.

    Corie: come mancare? hai presente gli elefanti di fantasia 1 che ballano? Ecco, mi sento uguale uguale.

    Murasaki: ma se si duplica per ogni figlio devo proprio preoccuparmi allora!!!

    Esther: vediamo quanto reggo! ahaha, quando vivo certe cose mi viene da piangere però poi quando ci ripenso non posso che ridere. Vogliamo parlare dell'Ikea? da farci una serie a varie stagioni!!

    Elle: grazie grazie grazie, queste sono le parole che una quasi duplo-mamma vorrebbe sentirsi dire tutti i giorni. speriamo che il terzo per te segua la scia del secondo!!

    Deni: anche io ho vissuto queste due gravidanze in maniera splendida. Mi sento molto bene! (secondo me è perchè non ho il ciclo. mica poco!)

    RispondiElimina
  11. non posso nemeno immaginare la sindrome della donna gravida, ma mettici dentro anche un bel riposino ogni tanto!

    RispondiElimina
  12. voglio ASSOLUTAMENTE sapere cosa hai comprato all'ikea :-) Stò facendo grandi pulizie da 15 giorni ... sarò mica incinta?!?

    RispondiElimina
  13. jejje!!
    per ora di importante solo un altro como per il nuovo arrivo siccome ho gi]a i vesititini (quelli di Memole). Poi cosine sparse. Ma ho delle non belle intenzioni per il futuro, presto saprete!!

    RispondiElimina
  14. E 'un buon posto, ho davvero capito tutto e farò del mio meglio per seguire tutti i giorni.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails