venerdì 23 dicembre 2011

Pensieri semi-scemi su gravidanza, parto e dintorni

E scusate se sono monotematica ultimamente...


1^ pensiero: Perché il nostro buon Dio non ci ha fatto ovipare??? No, vogliamo mettere la bellezza di covare un uovo al doversi trascinare un cocomero in evoluzione?? Poi io mi immagino la scena: Caro, potresti covare un pò tu che ho bisogno di andare a fare shopping?? Attento a non appoggiarti troppo che altrimenti esplode. O anche: Amore, stanotte ci stai tu a covare che ho bisogno di dormire (a pancia in giù)?? Altro che cercare posizioni improbabili per respirare normalmente senza schiacciare il bebè (più che altro senza avere l'impressione di sentirsi schiacciate dal suo peso, soprattutto quando si dorme a pancia in sù). Vogliamo parlare poi del parto?? Tesoro, ho sentito un crack. O si sta schiudendo. Eccolo tra noi!! Quanto potrebbe durare questo processo?? E con quanto dolore???

Semplice, chiaro, cristallino, INDOLORE, no????

2^ pensiero: chi ha detto che la gravidanza dura 9 mesi?? a casa mia quaranta settimane, se si considerano che in genere i mesi sono fatti di 4 settimane, sono 10. Che le prime due settimane non sono reali? d'accordo, però non sono 9 mesi, sono 9 mesi e mezzo!!

3^ pensiero scemo: Quando mi vedo allo specchio considero che la strada tra la posizione della testa del nascituro e la via d'uscita sia pochissima. Forse non supera i 10 cm. Ma allora perché  xkyzxx tanto dolore e tanta attesa per quei 10 cm di strada??

4^ pensiero scemo: A cosa servono i corsi pre-parto?? No dico, secondo me dovrebbero farli al nascituro, mica alle mamme. Che la mia prima figlia non sapeva che doveva mettersi a testa in giù, ha preferito la posizione del fiore di loto. Poi ci sono quelli che desiderano una bella collana già in pancia. E quelli che nascono con un braccio in avanti tipo superman, e quelli che quando sono quasi arrivati decidono che sono stanchi e vogliono tornare indietro. Poi chissà quanti altri. Che Mr. F. me l'ha detto chiaro che secondo lui il corso pre-parto serve solo a stressare la madre. Io avrei voluto sentire solo i particolari intelligenti. Del tipo cosa posso fare io. Ma non sono mancati tutti i dettagli splatter. Sinceramente preferisco l'ignoranza su quello che succede dentro e attraverso di me. Per Mr. F. sono stati i dettagli più interessanti. Già, per lui che non deve partorire.

5^ pensiero scemo: La persona che ha chiamato il parto "naturale" doveva essere senz'altro un uomo. Perché io di naturale in un parto non ci vedo proprio nulla. Basti paragonare la dimensione del "canale del parto" e la dimensione del nascituro. E non mi dilungo oltre.

6^ pensiero scemoNon esiste maniera non violenta di fare uscire un bambino. Che sia cesareo o naturale (diciamo che preferisco questa dicitura a "vaginale"). Mia sorella direbbe che è come quando ti fai la ceretta. Una volta che hai appiccicato la striscia il solo modo di toglierla è tirarla. Che se poi lo fai piano ti fai più male. Il paragone calza perfettamente direi.

7^ pensiero scemo: se proprio proprio non potevamo essere ovipare, il nostro caro buon Dio non ci poteva dotare di qualcosa tipo una cerniera, una chiusura automatica (anche dei bottoni potevano andare bene)??

8^ pensiero scemo: io lo so, ne sono certa, che dopo aver scritto tante belle cose sulla voglia di avere un parto "normale", nel bel mezzo del travaglio griderò che mi facciano a pezzettini e mi tirino fuori la bambina con la forza piuttosto che continuare.

Se non l'avete capito se avessi il bottone panic a portata l'avrei già spinto più e più volte. Non c'è modo di non superare questo momento se non affrontandolo, non c'è proprio altro modo. È questa mancanza di opzioni che mi spaventa.

P. S. È finita la scuola!!!!!!!!!!!! mi sento un'altra persona!!!!!!!
P.P.S. Domani il grande arrivo, EVVIVA!!!!

13 commenti:

  1. Sono pensieri che abbiamo fatto tutti, anche se di solito alla fine si trasformano in un "non ne posso più, nasci che mi sono stufata".
    Riguardo al corso pre-parto, un significato ce l'ho: serve ad avere la scusa per uscire di casa da sole, senza prole al seguito, e cazzeggiare per un'ora.

    RispondiElimina
  2. carissima....hai scritto un post bellissimo, mi hai fatto ridere tanto. Primo, perchè poni tanta fiducia nel maschio...perchè tu credi davvero che se fossimo ovipare i nostri mariti ci aiuterebbero nella cova? Non credo....
    e poi mi fai sorridere perchè i tuoi pensieri sono stati anche i miei, in tutti 3 i parti...
    La paura del partorire è stata ben presente...ma per fortuna esiste una cosa chiamata "adrenalina" che in quel momento ti scorre a fiume nelle vene, che ti fa "perdere il senno" e ti aiuta ad affrontare il tutto. Perchè se fossimo davvero razionali credo che nessuna donna avrebbe la forza per partorire.
    E poi visto che in genere si sentono solo storie che terrorizzano ti dico una cosa di me....ho partorito 3 volte "naturalmente" e in tutto ci ho messo, da quando ho sentito realmente dolore, 164 minuti...quindi circa 2he3/4...26 minuti per la prima, 1h30 per il secondo e 18 minuti per il terzo. Un minuto prima stavo bene, e un minuto dopo...ero mamma/bimamma/trimamma... Avrò anche una soglia del dolore alto, non lo so,ma ti assicuro che sono arrivata ad avere 8 cm di dilatazione e non avere male, tanto che i dottori pensavano che stessi scherzando perchè quando arrivavo in ospedale mi sono sentita dire "va bhè, già che sei qua ti visitiamo, ma tu non hai la faccia di una che è in travaglio"
    Dai che le botte di fortuna esistono....
    In bocca al lupo per tutt.

    RispondiElimina
  3. In bocca al lupo Maggie :)
    Ho una sensazione positiva per te!! :)

    RispondiElimina
  4. Stai serena e rilassati... e vedrai che andrà tutto bene!!

    Buone feste!!

    RispondiElimina
  5. sei meravigliosa... veramente!
    buon natale a tutti, pancia compresa :)

    RispondiElimina
  6. beh...
    prendiamola sul ridere...
    1) non so, ma mi sembra che se voi donne foste ovipare, non ci sarebbe quella BELLA cosa che si chiama CONCEPIMENTO o AMORE o 4SALTIINPADELLA o chiamalo come vuoi!
    2) direi che il pensiero 3 ed il pensiero 5 sono strettamente collegati. Saranno 10 cm ma essendo molto stretti un po' di fatica è logica. E poi, scusate, non so se ricordate quella storiella della MELA: avete voluto fare una macedonia con l'unico frutto che il padrone del giardino aveva detto di non usare? Insomma lo avete fatto un pelo ink... Ed ecco adesso "dovrete partorire con dolore".
    3)Per evitare il desiderio di "auto-spezzatino", ribadisco EPIDURALE come se piovesse.
    Che poi vedrai che sarà tutta una passeggiata.Lady L aveva una paura esagerata del parto e della nascita del Nano, quandpo poi ci si è trovata -grazie all'epidurale- è stata una passeggiata.
    Recupera quante più forze puoi adesso che la scuola è sospesa, fatti coccolare dal Pesce Rosso e da Memole -visto che il maritino è momentaneamente out of order-.

    Detto ciò... TANTI TANTI TANTI TANTI abbracci ed auguri di buon Natale.
    Vi penso tanto.
    Se riesco stanotte vi chiamo via skype.

    Ancora abbracci assortiti

    RispondiElimina
  7. Bellissimo post, sono d'accordo su tutto. Brava la sorella con il paragone della ceretta!

    RispondiElimina
  8. Condivido e sottoscrivo tutto.....Stai serena, stai tranquilla, rilassati e andrà tutto bene. BUON NATAAAAALEEEE !!!!
    P.S. Dopo i punti alla mano senza anestesia......consiglio l'epidurale.......sarà una meravigliosa passeggiata !!!!
    P.S.2. In fondo però se nascesse stanotte sarebbe un piccolo miracolo...ancora uno splendido miracolo d'amore dopo 2011 anni!!
    P.S.3. In effetti però la parte del concepimento ammetterai è piacevole....:)
    P.S.4. Un abbraccio forte con tutte e due le mani....anche quella fasciata...)

    RispondiElimina
  9. Dico solo che secondo me gli uomini non dovrebbero poter esprimere la loro idea e dare consigli IN QUESTO POST! Oppure dovrebbero prima provarci loro, poi dare un parere.
    Forza, siamo tutti con te, ma condivido in pieno questo post (e anche molto altro che non hai scritto!). Un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Slela: ah allora non sono poi così strana... credo che anche a me tra poco si trasformeranno in "non ne posso più"....

    Nene: in effetti ho grande fiducia nel maschio...con questa situazione è un pò strano, no? meglio non sapere come sarebbe andata a finire davvero! Voglio un parto come i tuoi!!!!!!! come si fa?????

    Laura: spero che la tua sensazione sia vera :) grazie!!

    Murasaki: grazie!! e Buon Natale anche a te!!

    Rossella: ricambio tantissimi e caldi auguri e uno stretto abbraccio panzuto!

    RispondiElimina
  11. Fabbione: Mr. F. mi dice sempre: non si può avere tutto. E io rispondo: perchè no? magari sì, e allora perché non provare!!
    La storia della mela non mi convince moltissimo...non riuscirei a vedere l'atto d'amore come il frutto proibito. So che scherzi ovviamente!!!!! :)! la tua interpretazione potrebbe essere un'idea. Ci sarebbe però da chiedersi che parte di dolore spetta all'uomo in tutto ciò (tranne il coinvolgimento emotivo e fisico ovvio). Penso sempre che la gravidanza sia un regalo senza prezzo. il dolore non è un prezzo da pagare. ma sono disposta a passarci per avere questo privilegio.
    Io non ho dubbi sull'epidurale. Il fatto è che con Memole non ha funzionato ne quella ne la spinale. Per questo motivo mi hanno dovuta anestetizzare del tutto. ed in realtà non sono tantissimi i parti nei quali l'epidurale funzioni perfettamente. ci sono molte circostanze e variabili implicate che tra l'altro cambiano non solo da persona a persona ma anche da parto a parto. Credo che il "parto indolore" non esista.
    E credo che sia un dolore unico al mondo. L'unico dolore fisico che è per un bene. Comunque questi sono pensieri di una donna che ha avuto solo l'esperienza (brutta) di un cesareo. Ci riaggiorniamo dopo (se riesco ad avere questo parto cosí come dovrebbe essere).

    Destinazioneestero: direi che ci sta il paragone :)!!

    Esther: pure i punti alla mano senza anestesia?? ma che calvario!! so che è poetico che nasca la notte di Natale ma in questo momento prefeirei evitare questo genere di poesia :) e per ora sembra che mi stia obbedendo!! brava bambina, stai tranquilla li!! Sulla parte del concepimento non c'è alcun dubbio :)!!

    Saraksha: Credo che sebbene certe cose non si possano capire senza averle provate è vero anche che si può andare molto vicini. Il dolore del parto rimane sempre e comunque un "mistero" anche per le donne. Ogni parto viene vissuto in maniera completamente diversa. È una prova che mette di fronte l'uomo e la donna alle proprie diversità e di fronte a sé stessi. Alla capacità di affrontare il proprio dolore e quello delle persone che ami. A volte è proprio questa la parte più difficile.
    Grazie per l'incoraggiamento, la paura del dolore e il non sapere se si ha la capacità di affrontarlo è un terreno fragile...un momento (il parto) dove vita e morte si toccano...cosa c'è di più grande?

    RispondiElimina
  12. ciao, passo spesso per controllare la situazione. vedo che è tutto tranquillo.
    alla prossima.
    buopna giornata.

    RispondiElimina
  13. ma grazie mille!! che carina!! un abbraccio!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails