venerdì 24 giugno 2011

Garage sale negli Usa


No, non si tratta della vendita di garage ma di un'iniziativa abbastanza frequente qui negli States. Con l'arrivo della bella stagione le persone fanno le "pulizie di Primavera" e aprono i loro garage mettendo in vendita le cose che non usano più. Normalmente questo mercatino dell'usato viene aperto nei fine settimana e gli annunci pubblicati sui giornali locali e sulla famosissima craigslist.

Tra gli oggetti in vendita si trova di tutto, da vestiti a giochi per bambini, ad apparati tecnologici, mobili, etc. Ovviamente si possono trovare ottime occasioni come tutto il contrario. Lo scorso fine settimana abbiamo fatto un giro per diversi di questi posti ed è una maniera divertente per scoprire nuovi luoghi della città. Per ora non ho trovato niente che valesse veramente la pena di essere comprato tranne una buona quantità di adesivi vintage ad un prezzo stracciatissimo per Memole che non ne può fare a meno. Ma non dispero e voglio continuare la ricerca.

Quando pensiamo agli Stati Uniti ci viene in mente la patria del consumismo. Se per alcuni aspetti è vero, per altri a me sembra di no. Di fatti non sono poche le iniziative per vendere cose di seconda mano, soprattutto quando si tratta di prodotti per bambini, destinati ad essere usati poco. C'è un negozio che si chiama Once upon a child, presente in molte città degli States, la cui missione consiste proprio nella compra-vendita di articoli per bambini. In più non sono pochi negozi di seconda mano per adulti.

Non mi sembra che in Italia e in Spagna sia cosí diffusa e ben accetta la politica della "seconda mano" almeno per la mia esperienza. A Pamplona ho per caso conosciuto un solo posto di compra-vendita di oggetti di seconda mano per bambini ma non funzionava nemmeno bene. Voi che esperienza avete? Siete favorevoli  a questo tipo di iniziative? Cosa siete disposte a comprare usato e cosa no?


venerdì 17 giugno 2011

Vacanze italiane!!


Era da un pò che tenevo d'occhio quel biglietto...cosí irraggiungibile... Mr. F., nonostante tutto era convinto per il sì (per me e Memole, per lui niente vacanze quest'estate) ma nella nostra situazione mi sembrava una spesa folle. Poi la buona notizia del lavoro, la consapevolezza che per il prossimo anno e mezzo sarà impossibile tornare a visitare la nostra terra, tanta voglia di famiglia....

Ieri l'abbiamo preso!!!!!!! Io e Memole partiamo tra meno di un mese per rimanere 33 giorni in Italia!!!!!! Sono così felice, in tutti questi anni da espatriata non ho mai sentito questa voglia matta di tornare solo per un pò, non sto nella pelle!!! Ovviamente sono anche triste per il fatto di non poter andare con Mr. F. Quando eravamo fidanzati abbiamo dovuto vivere 2 anni in due Stati diversi e non è stato proprio bello, infatti da quando siamo sposati non siamo mai stati lontani più di 1 settimana.... Il fatto di lasciarlo da solo mi fa piangere il cuore e soprattutto il pensare di godere una vacanza senza la sua presenza... Però alla fine è un'ottima occasione per me e Memole dopo un inverno parecchio lungo ed un periodo non proprio molto felice.

A lei non ho ancora detto niente ma è da un pò che non fa altro che disegnare il mare e a dire che vuole andare in Italia, in aereo, dalla nonna. Forse qualcosa sta annusando.

Quest'estate nessuno mi frena, farò una scorpacciata di pizza, pasta al ragù e alla carbonara, piadine, crescentine, focacce, asiago, stracchino, mozzarella, brioche, cannoli e chi più ne ha più ne metta. A quel paese la linea che in questi mesi ho già perso abbastanza kg!! 

E poi il mare...qui è pieno di laghi ma di mare nemmeno l'ombra... me lo devo godere per bene che chissà quando potrò vederlo di nuovo!

Sono proprio felice!

P.S. Se c'è qualcuno nei pressi di Bologna l'ultima settimana di Luglio mi piacerebbe organizzare un meeting, occasioni così mica capitano tutti i giorni!!

lunedì 13 giugno 2011

Da Settembre si comincia a lavorare!!!!


Ebbene sí, grazie a tutte le persone che hanno avuto un pensiero per questa mia importante intenzione!! Il colloquio è andato bene, abbiamo ottenuto ciò che desideravamo e siamo molto molto contenti. Ma siete curiosi di sapere di cosa si tratta, no???

Insegnerò spagnolo in una scuola Montessoriana!! Ok, ok, sembra centrare poco con le mie passioni, il mio curriculum di formatrice degli adulti e dei genitori, la mia carriera da ricercatrice, ma:
a. con il problema della lingua sarebbe stato impossibile trovare un posto per me in Università;
b. se l'avessi trovato avrei senza dubbio avuto problemi a sistemare Memole (dal punto di vista organizzativo ed economico);
c. non è facile trovare qualcosa di vicino alle mie aspirazioni e, soprattutto, considerarlo come un lavoro e non come "amore all'arte".

Invece nella "Montessori School" mi offrono:
a. un posto all'asilo per Memole durante tutto il tempo in cui lavoro (dalle 8 alle 15) senza costo aggiuntivo nel caso dovessi lavorare più ore, pagando la metà della retta ed escludendo la tassa di iscrizione e varie altre tasse (molto alte);
b. un lavoro che dura da Maggio a Settembre, avrei i tre mesi "liberi" (non pagati ovviamente) per recuperare un pó gli spazi familiari e non sentirmi intrappolata in un sistema che non concede vacanze (qui negli States è così);
c. ultimo ma non meno importante: un possibile sbocco di ricerca. L'insegnamento delle lingue non è un campo studiato nel pensiero Montessoriano, quindi potrebbe essere un'area di ricerca e pubblicazione. Questa proposta è arrivata dal direttore, anche lui con un dottorato (in Antropologia) e autore di varie pubblicazioni sul metodo.

Il mio lavoro non consisterebbe nel: cambiare pannolini, imboccare, accompagnare in bagno, dirigere una classe da sola con 20 e passa bambini (cosa che ho fatto da gggggiovane e mi ha letteralmente distrutta. Ora non ho più l'età). Dovrei stare nelle classi in co-presenza con altre 2 maestre e lavorare con gruppi di quattro bambini (dai 18 mesi ai 6 anni) che si alternano per un totale di 15 minuti ogni gruppetto e 1 ora ogni classe. Dovrei cantare canzoncine, preparare giochi attinenti al tema del giorno, insegnargli parole, forme, colori. In spagnolo ovviamente. In realtà non esiste un programma o un progetto educativo specifico quindi avrei carta libera su tutto.

Per la formazione pedagogica che ho avuto, conosco abbastanza la Montessori anche se quest'estate vorrei approfondire di più. Così come prima impressione ci sono molte cose che mi piacciono ed altre sulle quali non sono molto d'accordo. Ma sono felice di poter vedere in prima persona come si lavora.

In giro sento solo pareri positivi da parte delle persone che hanno frequentato queste scuole. Addirittura si parla della "mafia Montessori" nel senso che alcune persone che hanno avuto molto successo nella vita sono accomunate dal fatto di aver frequentato una scuola montessoriana.

A me l'ambiente è piaciuto e credo che sia una grande opportunità per Memole che scoppia dalla voglia di tornare all'asilo (in più è l'asilo di Liam!). Già dalla Spagna avevo addocchiato il sito della loro scuola e mi ricordo di aver avuto l'impressione che fosse la migliore fra tutte ma assolutamente inabbordabile per via dei prezzi. Quando Mr. F. Memole ed io siamo state a vedere la scuola lei non voleva più uscire! Poi con 7 ore di inglese al giorno (più le mie lezioncine di spagnolo) comincerà ad integrare anche la terza lingua. Credo che alla fine non capirò quello che dice siccome già adesso parla un italospagnolo molto simpatico. Ma penso che imparerà l'inglese prima e meglio di me.

Insomma, a Settembre si comincia e mi sento molto entusiasta!!

venerdì 10 giugno 2011

Una buona opportunità lavorativa (e qualche complicazione)


Come sapete da un pò sto cercando una possibilità lavorativa per me, in modo da riuscire a costruirmi un mio spazio di realizzazione fuori di casa, mettere Memole all'asilo (ne ha sempre piú voglia e bisogno) e contribuire all'economia familiare che non è, diciamo, delle più felici.

Ecco, non voglio entrare nei dettagli, ma ieri mi hanno confermato di essere stata scelta per un lavoro che risolve quasi appieno i primi due punti....ma non l'ultimo. Nel senso che alla fine, a conti fatti, mi costa di piú lavorare e pagare una sistemazione per Memole (ho già detto che qui gli asili, i day care e le baby sitter sono esageratamente cari) che rimanermene a casa.

Oggi pomeriggio, alle 15 da noi (le 22 da voi) avrò il colloquio con il responsabile e, con un discorso diplomatico che mi sto preparando da un pò, chiederò un significativo aumento offrendogli però buone opportunità. Spero tanto che la cosa funzioni, lo spero davvero, perché ci tengo a questo lavoro!

Allora pensatemi molto, e se potete dite una preghierina per quest'intenzione che, se va in porto, risolverebbe parecchi problemi e mi potrebbe restituire un pò di entusiasmo in un momento in cui scarserggia.

Spero di sapere presto gli esiti e di potervi raccontare tutto per filo e per segno.

giovedì 2 giugno 2011

Primavestate Minnesotiana

Sí, perché qui la Primavera e l'Estate arrivano insieme, in un pack tutto incluso. E si alternano giorni di soffocante caldo a giorni con una temperatura tipicamente primaverile. Il tutto condito da frequenti temporali. Finalmente i nostri giorni sono pieni di verde, di passeggiate all'aria aperta, di corse, di fiori. Sembra di vivere in un'altra città!

Tanti tanti auguri alla mia sorellina M. che oggi compie gli anni!!









Related Posts with Thumbnails