martedì 30 agosto 2011

Summer 2011: il mare

La tappa "importante" delle nostre vacanze è stato il desiderato mare (nella parte di America dove viviamo noi nemmeno l'ombra!).
Siamo stati in Campania, a Marina di Camerota vicino a Palinuro. Sono diversi anni che la mia famiglia gode dell'ospitalità del "Villaggio delle Sirene" (se guardate il video del sito in un microsecondo si vedono mio fratello e Memole due anni fa). Noi ci siamo aggiunti la nostra prima estate con Memole e da quell'anno ovviamente siamo tornati, nonostante il viaggio per la destinazione fosse sempre più lungo e complicato.

Per Mr. F. e me, che andiamo d'accordo con la parte della mia famiglia è la vacanza ideale. Prima di tutto perché possiamo "delegare" tutto il delegabile che non possiamo durante l'anno (bella frase, eh?) agli zii ed alla nonna. Questo ci consente non solo di godere del rapporto che si è creato tra Memole e la mia famiglia costruendo ricordi indelebili per lei e per noi, ma anche di fare un pò la nostra vacanza. I due anni che è venuto Mr. F. abbiamo avuto infatti l'opportunità di ritrovare spazi di coppia inevitabilmente perduti nella quotidianità. Quest'anno, da singleparent invece ho potuto godere dell'opportunità di stare con i miei fratelli e mia mamma. Mr. F. dice che ho vissuto un mare "da nonna".

Il bello del Villaggio delle Sirene è la possibilità di vivere e costruirti la vacanza proprio come vuoi. Puoi scegliere tra vari tipi di alloggio e sistemazione, se e fino a che punto farti coinvolgere dai programmi dell'animazione (l'anno scorso Mr. F. non mancava a nessun appuntamento: tornei di ping pong, carte, bocce, pallavolo, spettacoli serali in cui addirittura recitava!!) se rilassarti in piscina o scendere al mare (il villaggio da direttamente sulla spiaggia) o alternare le due cose, se fare la turista per vedere i dintorni (da non perdere la gita in barca) o andare alla scoperta delle tante e diverse spiagge limitrofe (di sabbia, di sassi, misto e chi più ne ha più ne metta). Ovviamente è incluso l'intrattenimento per i bambini la mattina ed il pomeriggio. Noi non abbiamo sfruttato questo servizio perché in fin dei conti tra tutti quanto abbiamo sempre avuto piacere di fare programmi assieme a Memole alternandoci la responsabilità.

Per me quest'anno la vacanza è stata la ricerca del mare. Quel mare con gli ombrelloni chiusi la mattina alle 8, quando ancora non c'è nessuno nè musica nè animazione, il sole non ti divora, i riflessi sono più tenui ed è bello passeggiare a lungo sul bagnoasciuga.

(a destra, quelle persone minuscole che -non- si vedono, uniche bagnanti, siamo io, mia mamma e Memole).

Ma anche il mare del tramonto, quello che ci vai dalle 6 di pomeriggio e non devi nemmeno prenderti l'ombrellone, la sabbia sotto i piedi ha uno strato fresco e uno caldo, le onde fanno una spuma bianchissima e i colori del cielo si mescolano e si confondono con quelli del mare.


(scusate, ma non sembrano i Caraibi??)

(in controluce io e mio mamma estasiate dallo spettacolo).

(questa foto spettacolare è opera di Petite).

(quella a sinistra sono io che, sottovuoto, trattengo il respiro e la pancia. Ok non è vero. Però mi assomiglia. Ok non è vero. Vabbè, è la mia controfigura. Cioè la mia "sorella piccola").


Ovviamente non ci siamo persi il mare di giorno, quello che acceca, ed è bello avere un caldo terribile, buttarsi in acqua e sentire il fresco fino alle spalle, poi uscire e farsi una bella doccia. E cosa più spettacolare, asciugarsi al sole. Ad occhi chiusi. Per Memole ovviamente ha significato interminabili corse (facendo il fachiro sulla sabbia bollente) e insabbiature proposte dallo "zio genio". Le tante ore di esposizione purtroppo non sono servite affatto per la mia tintarella. Per dirla tutta la mia fama è quella di mozzarella. Tutto l'anno. Quando immaginavo felice di aver cambiato il mio colore originale Mr. F. mi ha detto: "Ma hai preso il sole in topless?? no, perché non si vede molto il contrasto...". SGRUNT






Poi la ricerca del "tuffo dove l'acqua è più blu" in gita sul pedalò.


(quella a destra non è l'acqua della piscina....).

Memole quest'anno ha avuto uno spontaneo ed immediato slancio verso la piscina (bè, dopo due corsi di nuoto in terra americana volevo anche vedere). Non è stata la stessa cosa per il mare. Siamo riusciti a farle apprezzare il bagno (con indicibili tecniche di convincimento) solamente gli ultimi 4 giorni. Meglio tardi che mai, si dice. Di certo quei 4 giorni immersi nell'acqua marina le rimarranno impressi.
Marina di Camerota by day e by night. Abbiamo avuto la fortuna di poter partecipare alle feste paesane. Da non perdere!

La sera per me era una partita a carte con un cornetto caldo alla nutella e una cedrata ghiacciata a mezzanotte, o una pizza fuori con la mamma, le sorelle e un fratello, ma anche una visitina a Palinuro con pausa gelatosa, ammirando i negozietti aperti fino a tarda notte.


Per Memole invece baby dance. Cioè capite che dopo cena non faceva altro che dire "Mamma, io andare ballare adesso!"?? Forse mi dovrei preoccupare... Comunque è buffo vederela, quest'anno ci ha azzeccato di più con le mosse ma ce ne ha ancora di strada da fare! All'inizio era sempre in fondo al gruppo mentre verso la fine della vacanza si è buttata in prima linea!!


Mi sono "rassegnata" a pensare che quando le cose finiscono bene rimane sempre un "avrei voluto fare" o "se avessimo potuto fare così prima" o "se avessimo a disposizione anche solo altri due giorni...". All'inizio questa sensazione mi faceva rabbia, pensavo di non aver utilizzato bene il tempo, però poi ho capito che il desiderio di "qualcosa di più" fa parte del bello, della spinta a ripetere, di qualcosa che non si è ancora esaurito, che tiene acceso l'entusiasmo e la speranza per "una prossima volta".

Da adesso comincia un anno intensissimo. Dell'estate è rimasto un sole che scalda (ancora per poco qui) e un'impronta di costume sul didietro di Memole. Però in fondo queste vacanze ce le porteremo avanti fino al prossimo anno. Perché devono durare, eh? anche quando farà freddo freddissimo!!!

venerdì 26 agosto 2011

La morfologica negli USA

In America fanno solo un'ecografia. In TUTTA la gravidanza. La morfologica. E nemmeno in 3D!!!
Io ho avuto un bonus di due ecografie extra siccome all'inizio le cose non sembravano andare molto bene. Adesso che tutto va perfettamente ho finito i miei bonus e ci si vede alla nascita. 

Però questa nuova creatura si è fatta subito notare. Nella seconda ecografia (a 14 settimane) ci ha accolti salutandoci e facendoci vedere chiaramente il suo bellissimo profilo. E misurava solo 6,8 cm!!!!


E poi ieri. Che spettacolo! Sono sicura che sarete d'accordo con me!

Ecco vari profili mentre fa ginnastica con le gambe all'aria ed il piede quasi sull'occhio!



Uno stupendissimo piedino tutto da mordicchiare!


Un altro profilo in cui papà dice che sembra Homer Simpson (onestamente non ha tutti i torti!).


La sua faccina (concediamo un pochino di tempo per il restyling finale, và, ci manca un pò di ciccia intorno!)


La vacanza in Italia sembra che sia stata motivo di salute anche per qualcun'altro. È più grande sulla tabella di marcia di 3 giorni (speriamo non nasca prima della data prevista perché cade proprio a Capodanno!!!).

Ma forse volevate sapere il sesso???
1 aiutino: sotto trovate la foto. Quelle nell'angolo a dx sono le gambe aperte. Il papà ha detto che questa foto sarà una parte del corpo che la futura dolce metà potrà vedere solo ed esclusivamente in (questa) fotografia fino al matrimonio (ma in fondo vale per tutti e due i sessi!).
2 aiutino: Mr. F. è sempre più beato! (e questa Petite proprio non l'ha capita!). 
3 aiutino: speriamo non nasca il 6 Gennaio!!
4 aiutino: non potrò più dire a Memole che è la mia figlia preferita!
5 aiutino. trovatelo voi, è nel post!!


giovedì 25 agosto 2011

L'arte di tergiversare



Zia I. di prima mattina: Allora mi dici cosa c'è nella pancia della mamma?
Memole: Dommito molto??


Nonni: Questi sono tutti i regali per te, e questo piccolo bruco è per la creatura che sta arrivando, diamo l'incarico a Memole di darglielo quando arriva, va bene?
No, esto es MIO (sopracciglia a V, faccia minacciatoria, espressione modello Gollum). Vedi, non c'è qui bambino, NON C'È!!!!


Millesimo zio/a: Allora lo sai cosa c'è nella pancia della mamma?
Uccello.
(un modo per dirci che crede sia maschio??).

Io: Memole, adesso vai a giocare da sola perché ho bisogno di lavorare, capito?
Pian piano e a piccoli passi approfitta della mia concentrazione per avvicinarsi quatta.
Io: Adesso cosa c'è??????
Io bacino pancia, io "caro" a bambino pancia mamma, eh?
A casa mia quest'atteggiamento ha un nome fatto da due parole che cominciano con L e C.

Oggi pomeriggio (le 22 in italia) ho la morfologica e se tutto va bene sapremo finalmente il sesso. Voi cosa pensate che sia :)??? La maggior parte pensa sia maschio, io...boh!

martedì 23 agosto 2011

Summer 2011: città

La nostra vacanza si è svolta tra il mare, il lago e la città. Il mare merita un post a parte mentre vi lascio alcune foto delle città e del lago di Como.

Nella mia cara Bologna siamo state poco ma non abbiamo certo perso tempo. È bello riscoprire l'incanto delle piccole viuzze e delle grandi piazze. Memole si è fatta delle belle corse. Non potevamo poi mancare all'appuntamento con crescentine e gelati!! Per rimanere in tema di gelati ne ho preso uno veramente buono con una blogger giramondo ma che è stata adottata a tutti gli effetti dalla mia città.



Per merito di mio fratello abbiamo anche partecipato ad una suggestiva festa medievale! 













Poi c'è stato il lago di Como. Una giornata all'insegna della cultura in un museo dedicato a Boldini e la bell epoque a villa Olmo con cenetta a base di pasta e pizza passata in esclusiva da sola con la mamma.



Un pomeriggio nel villaggio della salute con le mie sorelle. Peccato che il tempo si sia rovinato subito,  ma non ci ha certo impedito di passarcela alla grande con quelle cuffie in testa!!


E una cena completamente made in Italy (non è mai troppo tardi per festeggiare i 150 anni!!)


Poi Roma, dopo il mare. Qualche giorno intenso per vedere i suoceri, salutare una sorella ormai adottata dalla capitale e riprendere l'aereo per gli States.


(nella foto a destra Memole aveva appena ricevuto dai nonni una maglia per l'inverno che si è voluta metttere a tutti i costi con 40 gradi!!).

La puntata ad Ariccia per mangiare la porchetta, simbolo di questo posto, è stata indimenticabile! 

Ok, so cosa state pensando, sì sono diventata praticamente una botte ma ho il tempo per smaltire (credo!)




domenica 21 agosto 2011

Three years old

Tre anni, due continenti in cui sei stata e vari altri Stati: l'Italia, la Spagna, il Portogallo, la Francia, l'America.

So che è un pò stupido, ma a volte penso: "grazie che hai voluto sempre venire con noi e accompagnarci!". Ovviamente so che non avevi scelta, ma quel tuo modo di adattarti ad ogni situazione con la gioia che ti caratterizza, con la sensibilità di chi sa riconoscere quando mamma e papà sono stanchi e preoccupati e dire: "Quaquilla mamma, Mannena qui con te", l'entusiasmo di scoprire cose nuove, l'appetito sempre acceso e il sonno costante, nonostante i cambiamenti di fuso orario e di ambiente, non è forse questo decidere di stare con noi?

E quando abbiamo salutato papà per andare a me è scappata qualche lacrimuccia e tu mi hai detto:
Mamma, triste?
Sì, perché papá non viene con noi...
Allora mi hai preso la mano, l'hai strofinata sulla tua guancia e mi hai dato un bacio dicendomi:
Mamma, tu contenta, io Mannena con te!

Per questo dico grazie piccola donna, perchè senza te quest'avventura avrebbe un sapore diverso. 

Tutte le sere quando ti metto a letto tiro un sospiro sollevata dall'idea di poter far riposare le mie orecchie da quella chiacchera continua, ma tutte le mattine fremo per svegliarti, vedere quel tuo sorriso come se fossi stata sveglia da sempre e mi stessi aspettando, salvo poi farti ingannare dai primi passi barcollanti verso il bagno.

L'ultimo compleaano da figlia unica. Davanti a questa pancia che cresce non capisci, o non vuoi capire forse. Non sarà facile, probabilmente, nè per te nè per noi, ma sarà meraviglioso, non ne dubito.


Tanti auguri piccola principessa nostra!







Nelle prime foto la vedete vestita da principessa dopo averle regalato gli accessori nel festeggiamento anticipato del suo compleanno (Mr. F. è inorridito al vedere le scarpe!!).

giovedì 18 agosto 2011

La casa dov'è?



... "la casa è dove posso stare in pace con te...".

Ieri siamo tornai dalle nostre lunghissime vacanze. Sono stati giorni meravigliosi, pieni di sole, risate, programmi (al più presto un resoconto illustrato)

Non è stato facile pensare al nostro ritorno negli USA. Ho cercato di portarmi qualche pezzo d'Italia: un pó d'olio d'oliva, un acquerello di Roma, tantissime foto. Ma soprattutto ho fatto una scorpacciata mangereccia come non mai. Prima di partire dal mare la mamma ha comprato 3 Kg di mozzarella di bufala e...stanotte ancora me la sognavo...

Poi grigliata, pizze, gelati (quanti gelati....), pasta (le trofie, ma quanto tempo era che non le mangiavo??), porchetta, crescentine, piadine e mille altre cose. Ok, sí, credo di essere ingrassata (la bilancia di casa è rotta e non ho avuto ancora il coraggio di cambiarla, ma ho la scusa della gravidanza: e questo-a piccoletto-a quando mai potrà tornare a mangiare queste cose :)???? Poi i mesi che mi aspettano non saranno proprio una passeggiata. Da lunedì si comincia la scuola con la settimana di formazione professori e non so ancora con chi lasciare Memole...

Comunque, scorpacciata di affetti, sole, cibo, riposo, risate.

Onestamente se non ci fosse stato il mio uomo ad aspettarci il mio slancio verso gli States sarebbe stato nullo. Certo, pensare alla nuova avventura lavorativa cambia le prospettive e i ricordi negativi, ma la sistemazione "ideale" è ancora in potenza, più che altro immaginata, direi un'aspettativa. Da quando mi sono sposata non è stato così difficile salutare la mia famiglia fino a questo momento. Probabilmente anche la lontananza e l'incertezza sulla prossima data di ritrovo fa la sua parte. E il fatto che la prossima volta mi vedranno "sdoppiata" mi fa un certo effetto.

Ma il mio ritorno ha visto una città che ci ha accolti diversamente dalla prima volta. Un cielo azzurrissimo e una piacevole brezza. E Lui, il nostro uomo. Quanto gli siamo mancati.... L'ho visto un pò sciupatino, evidentemente la scorta congelata di cibo per i pranzi di un mese non è bastata (che lavoraccio prima della partenza). Però ci ha fatto trovare la casa impeccabile: ordinatissima, pulitissima, tutto lavato e stirato. E in camera nostra un vaso di margherite gialle che davano allegria solo a guardarle! In questi primi tempi mi dedicherò a tirarlo un pò su, se lo merita.

Che bello risentire di nuovo il suo profumo, poterci abbracciare stretti (con "qualcosa" in più tra noi), viaggiare in macchina tenendoci per mano, continuare a ripeterci che è bellissimo essere di nuovo insieme e poter dormire accanto la notte...

L'altro giorno mi è arrivata una mail dalla suocera. Non parlo mai di lei perché è una persona abbastanza difficile e il più delle volte Mr. F. ed io viviamo grandi e non piacevoli incomprensioni. Ma oggi le sue parole mi hanno commossa e riempita di speranza. Voglio farne tesoro!

"Hai coraggio e forza, hai la creatività che Ti permette di costruire iniziative e rapporti: hai lo slancio vitale dell'amore. Sarà una nuova città, ne sono certa, quella in cui da dopodomani vivrai perchè con F.  giorno dopo giorno saprai modellarla per Voi".
Related Posts with Thumbnails