mercoledì 7 marzo 2012

Mezzo vuoto


Ci sono giorni in cui vorresti vedere solamente la luce negli occhi dei bambini nel correrti incontro mentre dicono I missed you.
E invece vedi il programma da portare avanti, il lavoro duro e le idee che non vengono.

Ci sono giorni in cui vorresti vedere solamente l'entusiasmo di una big sister nel voler compartecipare alle necessità della piccola di casa (cambiarla, vestirla, farle il bagnetto e consolarla quando piange).
E invece pensi che stai facendo il quadruplo della fatica mentre le dici a denti stretti: non ti faccio minacce, ti dico solamente che se non te ne vai nel giro di tre secondi ti polverizzo il sedere a pedate (onore e gloria a chi indovina l'origine la citazione).

Ci sono giorni in cui vorresti vedere solo la casa sberluccicante perché la nuova baby sitter è come la fata turchina, o re Mida, dovunque passa lascia una scia di ordine e pulito.
E invece arrivi al momento di preparare la cena che pensi che, dopo aver perso l'undicesimo kg in una settimana, una tavoletta al giorno di cioccolata non basta. Per festeggiare ci vuole almeno una cena al Mc. Ma questo non ti scamperà mai dal dover preparare la cena gluten e lactose free (per Mr. F.) più schiscetta annessa (no pasta perché quella gf non è buona riscaldata, no panino perchè il pane gf non è buono se non è tostato, no troppo riso altrimenti chi ci torna in bagno, frittata una sola volta, pollo arrosto sì ma spolpato perché chi ha il tempo di mangiare al lavoro, etc...). Sono questi i momenti in cui pensi che baratteresti tutta la pulizia del mondo con una cuoca full time.

Ci sono giorni che vorresti tornare a casa e vedere solo che Puffetta sta bene con la baby sitter. Così bene che quando se ne va incomincia un pianto interminabile che dura fino a tarda sera. E pensi che ti sei giocata la siesta di Memole, quella di Puffetta e soprattutto la tua.

Ci sono notti in cui vorresti solo vedere la casa illuminata da una luna pienissima che si specchia sul lago. E ringraziare Puffetta per questa opportunità. Vorresti anche poter vedere il suo sorrisone alle 3.15 a.m. (sta bambina c'ha anche il sense of humor la notte) dopo che ti ha svegliato alle 12, all'1 e alle 2 .
E invece vedi che non c'ha manco fame. E dopo aver poppato per 20 minuti vomita. Questo si chiama poco rispetto verso il quarto comandamento (al quale bisognerebbe aggiungere onora il latte materno).

Sono questi i momenti in cui cerchi di sfogliare nella tua mente la voce buone ragioni per fare un figlio  e giocarti il sacrosanto sonno e la sacrosanta pazienza per la seconda volta.
Ma non la trovi.

Toh, devo averla strappata....

16 commenti:

  1. Aiutoooooooo! Tra un po' mi ritocca! :P

    RispondiElimina
  2. Già solo il dormire male è un casino, per il resto un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. la privazione del sonno e' quello che sbatte nella stanchezza piu' di ogni altra cosa e uno perde anche lucidita' a 360'...pero' per rivedere il bicchiere mezzo pieno cerca di generalizzare, di pensare al fatto che le bimbe sono cosi' tremendamente vispe perche' sono sane come pesci...lo so, a volte il sapere che altrove genitori soffrono per figi malati non basta a cancellare la stanchezza urgenza che ci consuma nel giornaliero taking care, ma e' comunque un modo per rimettere nella prospettiva corretta le cose...le notti diventeranno piu' lunghe, ti ricordi anche l'altra volta con la tua prima bimba, sono sicura che anche tu come me e milioni di altre mamme ti domandavi MA SARA' SEMPRE COSI? e non ci credevi quando ti dicevano no guarda che poi si dorme di piu;, ti sembrava che a te non sarebbe mai stato concesso e invece ora lo sai perche' ci sei gia' passata, non sara'
    sempre cosi;
    e quando avranno 18 anni e il venerdi sera faranno tardi a ballare, le potrai svegliare alle 7 di mattino del sabato con la scusa che il mattino ha l oro in bocca ahahhaah

    RispondiElimina
  4. Sinceramente?
    Quella delle sveglie notturne, che poi a casa nostra mi sveglio SOLO io, è la cosa che mi manda più in sbattimento se penso al prossimo figlio/a.
    Il problema, forse, è appunto questo: che a casa mia, al netto della necessaria poppata, mi svegliavo solo io! Se il Nano stava male -rigurgiti a fontanella e coliche da urli alla King Kong- ero io a svegliarmi e così continua ad essere adesso quando, se alle 4.30 del mattino si sveglia e ti dice "ma se domenica dobbiamo andare in montagna, dobbiamo fare le valigie!" (è mercoledì ndr) oppure "papà guarda che ho trovato le calze di CARS che non trovavi!", sono io che mi alzo, gli rimbocco le coperte e gli dico "se non ti addormenti all'istante ti mando a dormire sul pianerottolo... AMORE MIO!!!".
    sul prossimo figlio mi sa che dovremo aprire una contrattazione sui ruoli e sui compiti con la moglie, prima che mi venga la pazza idea di prendere un cane!
    saluti

    PS: ma perchè devono inserire codici di sicurezza che NEMMENO si capisce quello che c'è scritto? Non sono un robot, ma nemmeno un ubriaco!

    RispondiElimina
  5. Ti lascio un abbraccio grande e sono sicura che ritroverai le pile per l'energia.

    RispondiElimina
  6. Petite Prince7 marzo 2012 18:21

    Io non ti consolo...perché sto ancora ridendo!E ho cercato di tradurre in spagnolo alcune delle tue frasi alle colleghe!;)
    =) Forza sorellina!!!!=)
    Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  7. quel bicchiere lì mi fa impazzire. è un punto di vista che prima o poi ci tocca.
    per la pagina strappata, verrei io, potendo a darti una mano (almeno in cucina).
    un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Resisti...anche perchà nell'altra metà del bicchiere ci sono le tue figlie e.....anche tuo marito....Ce la farai lo so....basta vedere fin dove sei arrivata...è solo un attimo di stanchezza, sacrosanto, peraltro.
    Per quanto riguarda la cucina hai tutta la mia comprensione e vicinanza...come sai anch'io da mesi ormai devo cucinare pasti diversi per tutti e soprattutto per me che sono mi sembra di capire molto vicina a Mr F quanto a problemi ( p.s. il 21/3 ho l'ennesima gastroscopia....) Il dito però và meglio....:)))))))
    P.S. Quoto Fabbione, non si potrebbero elimininare e/o modificare quei codici....sono pazzeschi per una come me poi che è pure miope....quasi impossibili da decifrare...Un abbraccio.

    RispondiElimina
  9. il tuo modo di scrivere ironico è strepitoso ! scusa lo so che invece senti solo una tragedia.........capisco il tuo scoraggiamento.........ci sono passata anche io per due volte....giornate pesanti da incubo e almeno la notte un po' di sacrosanto riposo.......invece no !inutile dire qualsiasi cosa.sarebbe bello che la solidarietà tra mamme ci desse esattamente ciò che vogliamo ma non posso regalarti notti di sogni......però arriveranno di sicuro e si spera più prima che poi.coraggio.vivere anche i lati da incubo e massacranti della maternità ci rende di sicuro madri complete.a volte completamente esaurite ma fa niente.......:)

    RispondiElimina
  10. Hai presente lo slogan di quel detersivo che vendono da queste parti? You have a child all life, but a baby just one year. Coraggio :)

    RispondiElimina
  11. gnappetta: il tra un pò si è accorciato!! ma tranquilla, i momenti belli poi ripagano (quasi) sempre!

    Mammachetesta: altrochè se aiuta!

    Anna: il dormire male credo sia l'origine di tutti i mali...sgrunt!

    Valentina: grazie per la tua prospettiva. credo che pensare che ci sono genitori che soffrono per i figli malati aiuta molto.
    e la tua idea del sabato mattina mi piace assai!!

    Fabbione: però non si può negare che sia davvero simpaticissimo!! grazie per aver segnalato dei caratteri, pensavo di essere l'unica scema a non riuscire a leggerli!

    RispondiElimina
  12. Carolina: grazie mille per il tuo sostegno. effettivamente poi la carica si trova in fretta. diciamo che è una necessità!

    Robin: ricambio

    la gatta: hai visto?? cioè in quel bicchiere il vuoto proprio non si puo colmare. esageratamente passimista :) davvero mi daresti una mano in cucina?? quasi quasi un pensierino...

    Destinazione: forza e coraggio che dopo aprile viene anche maggio. e a giugno sono a casa!!!

    Esther: guarda, io sto imparando a convivere (facendoci un pò a pugni) con i problemi digestivi ma mi rendo conto che scombussolano non poco la serenità familiare. Mr. F. sta meglio. È stato inserito in uno studio-pilota sperimentale. incrociamo le dita perchè i medicinali che sta prendendo possano essere finalmente la soluzione. per me sarebbe un miracolo! tu hai già scartato la celiachia? a lui la hanno diagnosticata 3 anni fa dopo anni di sofferenze solo con la gastroscopia. Ma a quanto pare non è l'unica cosa che ha...

    Mammatuttofare: ma lo sai (e lo dico piano e programmo l'autodistruzione a questo commento) che da 2 notte puffetta si fa le 6 ore??? comunque grazie mille per il sostegno!

    Cherry: non ho presente perchè guardiamo solo netflix. ma la citazione mi piace assai!

    Murasaki: ricambio!!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails