martedì 26 marzo 2013

Calendario della settimana Santa


In attesa della Pasqua, mi sono chiesta come avrei potuto preparare Memole a questo evento, come avrei potuto spiegarglielo, come avremmo potuto viverlo assieme. In fondo, nel cattolicesimo, la Resurrezione è l'evento più importante della Fede. Molto più importante del Natale. E questo è già difficile da capire (e vivere) per noi adulti. Il clima Natalizio non ha niente a che vedere con la festività Pasquale. Figuriamoci per i bambini! Come sempre ho provveduto a comprare qualche libro.

Poi ho pensato che siccome il calendario dell'Avvento ha avuto un gran successo con Memole, potevo fare il calendario della Settimana Santa.

Quando ero piccola mi hanno spesso parlato di "fioretti" e onestamente ho fatto sempre fatica a capirne il senso. Però questa parola "fioretti" mi piace. Mi ha ispirato il calendario.

Il nostro calendario ha sei tasche, che corrispondono ai sei giorni della settimana Santa, nelle quali ci sono dei fiori con dei messaggi, dei "fioretti"che può fare Memole, come per esempio: sparecchiare il posto a tavola, piegare il pigiama e metterlo sotto il cuscino, prestare un gioco a Puffetta, mettere in ordine subito quando mamma e papà lo dicono...
Il cuore (eh sí, siamo nel periodo dei cuori e delle stelle) è Domenica. Per ora non so ancora cosa metterci dentro. Qualche idea??

Lei apre i messaggi la mattina. La sera pensiamo assieme se è riuscita a fare "il fioretto". Se ci è riuscita può attaccare i fiori al gambo. Quando la Settimana Santa è finita andremo assieme a comprare sette fiori e li regaliamo alla nostra Madonnina con Gesù.

Con questo calendario mi piacerebbe trasmettere a Memole che le cose buone che facciamo, anche se costano fatica, fanno fiorire cose buone, si possono "offrire" per qualcosa di buono.





giovedì 14 marzo 2013

Dalla fine del mondo...benvenuto!!


Da ieri sono felice. Di quelle felicità che ti stampano il sorrisino ebete in faccia. Che bello poter festeggiare l'arrivo di un nuovo Papa senza sopportare la tristezza di un funerale avvenuto poco prima. 

Mi sento meno orfana e di nuovo figlia. E sento gratitudine. Perché salire sulla barca di Pietro oggi, come sempre, è un compito molto arduo. Grazie per questo coraggio. Io sento di volergli già bene a Papa Francesco.

Forse anche perché anch'io mi sento un pò...alla fine del mondo!!

Vi propongo un video molto tenero!


mercoledì 13 marzo 2013

Voi cosa fate con i regali che non vi piacciono??


Ecco, sembra una domanda scema, ma io a volte non so proprio come fare. Non parlo di me eh, parlo dei regali alle bambine.
È anche vero che qui negli USA quasi tutti ti danno il regalo con "lo scontrino regalo" in caso lo volessi cambiare. E se all'inizio non mi piaceva molto adesso è un gesto che apprezzo.

Però, caspita, come la mettiamo con certe Barbie??
Cioè, chiariamoci, io non ho nulla contro le Barbie. Ho passato gran parte della mia infanzia (e anche pre adolescenza) giocandoci. Ed è stata una fase importante della mia vita.

Però per adesso Memole non è bombardata di pubblicità siccome vediamo solo netflix (TV on demand) e a scuola non si possono portare giochi. Quindi per esempio lei non ha ancora realizzato cosa siano le Barbie e non me le chiede. E io sono felice. Perché so che quando comincerà a giocare con le Barbie sarà più difficile che giochi con le bambole. A fare la mamma insomma, ad accudire il bambino. E inizieranno più i giochi da donna. Ripeto, non ci vedo nulla di male in questo, ma vorrei che le mie bambine giocassero tutto il tempo di cui hanno bisogno con dei giochi adatti alla loro età e maturità senza anticipare certe fasi.

Per esempio, lo scorso compleanno (4 anni) a Memole le hanno regalato 2 Barbie. In quell'occasione, vista la quantità di giochi ricevuta, lei non non aveva realizzato che fossero arrivate e le ho fatte eclissare per poi restituirle al negozio.

Invece, in un'altra occasione, degli amici di Mr. F. in visita le portano una Barbie con un gusto orribile (e nella foto mancano le scarpe azzurre da vera ###). Direi l'esatto contrario dell'ideale di stile di donna che vorrei trasmettere alle nostre bambine (certo se poi la compari con la foto delle "bambole" di qui sopra sembra bellissima!).


In quel caso era impossibile farla sparire. Allora le ho parlato e le ho detto che non mi sembrava molto bella e le ho detto perché. Lei è ancora nella fase in cui (quasi) sempre è d'accordo con i miei gusti. A lei in realtà piaceva. Più che la bambola in sé i capelli lunghi e poterli pettinare. Cosí siamo andate noi due assieme al negozio a comprare un'altra bambola con i capelli lunghi.

Poi a Natale da un'amica ho ricevuto due bambole che non mi sono piaciute molto. Mi sono sembrate troppo "dure" e un pò "demenziali". Di quelle che mangiano la pappa, saltano e ripetono le stesse cose mille volte. Anche in quell'occasione le ho fatte eclissare subito dopo che lei le aveva scartate.











Cosa ci faccio con queste cose quando non mi danno lo scontrino?? Cerco sempre di non aprirle e le rivendo su craigslist (la pagina più famosa negli USA per la compravendita di cose di seconda mano).  Con il ricavato ci compro cose per le mie bambine costruttive e di buon gusto.

Però mi chiedo come farò più avanti siccome sarà sempre più difficile far sparire certe cose. Per esempio penso che se mai regalassero una Bratz o qualcosa di sullo stile delle fashion dolls sarei pure capace di bruciarla davanti a suoi occhi. Per i 5 anni ho deciso che accetterò come regalo Barbie purché siano di buon gusto. Ma io non gliele voglio comprare ancora.

Molto spesso quando vado in giro nei più famosi centri commerciali (dove vendono TUTTO) vedo queste cose (che, in alcuni casi, mi sembra arrivino al sinistro e l'orrido):





Tra le quali non può mancare "l'ultimo" grido. Le Monster Hight

Onestamente mi chiedo che tipo di messaggio stiano trasmettendo. Che tipo di ideale (o stereotipo) femminile. Che tipo di gioco di "drammarizzazione" ispirino.

Ci penso e ci ripenso e non so proprio cosa farò quando le mie bambine riceveranno in regalo cose che non approvo. Vorrei però non essere presa alla sprovvista.
Qualche consiglio??

La bocca della verità??


Stavo parcheggiando la nostra per niente piccola macchina nel nostro per niente grande garage. A volte lo faccio in un colpo solo mentre ogni tanto (ogni tanto, eh???), proprio non mi viene. E per calcolare esattamente l'apertura di tutte le porte posso arrivare a farlo e rifarlo per...tot volte.

Un giorno di questi Memole mi dice (testuale):
- Mamy, that's ok, don't worry. Quando io sono grande I'll help you. Parcheggio la macchina come papà. 

GULP!!

domenica 10 marzo 2013

Hai già adottato un Cardinale??

Mia sorella mi ha segnalato un'iniziativa che probabilmente già molti di voi conoscono. 
Si tratta di "adottare un cardinale" ovvero pregare (come e quanto ogni anima sa) per uno dei Cardinali che è presente nel conclave.

L'adozione avviene attraverso un sito nel quale, dopo aver inserito il tuo nome e la tua mail ed aver recitato una breve preghiera, con un sistema random ti viene affidato un Cardinale.

Mi sembra un'iniziativa bellissima per essere vicini con la preghiera ed illuminare la scelta delle persone che voteranno il nostro Papa. Non dimenticandoci che uno di loro, anche se non lo sa, lo diventerà a breve. Inoltre mi sembra un'occasione per conoscere la biografia di un Cardinale che non sapevamo nemmeno esistesse (come nel mio caso).

In un momento cosí difficile per la nostra Italia e per il mondo questo conclave ha un'importanza straordinaria.

Allora cosa state aspettando?? Le votazioni iniziano martedí!!!!

P.S. Il mio protetto è Vinko Puljic. Non lo conoscevo e già mi sono appassionata alla sua storia. E il vostro qual'è??


Cliccate sull'immagine per il link alla pagina.

venerdì 8 marzo 2013

L'incosciente mamma fantasma

C'è un video che ha fatto mio fratello R. quando Memole aveva circa un anno e mi fa troppo ridere. Eccolo, per rallegrarvi questa settimana che è già alla fine!!


mercoledì 6 marzo 2013

Neve minnesotiana

Ieri mattina ci siamo svegliati così....
E siamo tornati a letto perché le scuole erano chiuse. Sono questi i momenti in cui ringrazi di essere insegnante.
E di vivere nel Minnesota!!

Spring is coming!!


Related Posts with Thumbnails