lunedì 12 maggio 2014

Paolo


Sei arrivato il 22 Aprile alle 12.45 am. Pesavi 3400 kg per 51 cm. Sei arrivato cinque giorni prima della DPP e 8 ore prima della tua nonna. Di fatti le acque si sono rotte alle 3 di notte, proprio mentre dall'atra parte dell'Oceano lei si stava imbarcando. So che volevi testare l'efficacia del mio "piano B" senza, ovviamente, lasciarmi il tempo di svenire tra le braccia di mia madre (e dormire 3 giorni???? sia mai!!). Mi sono promossa, nel caso tu abbia deciso di non farlo.

È stato un parto bellissimo, il mio secondo VBAC. Questa volta mi è sembrato cosí corto e...facile! L'epidurale me l'hanno fatta quando l'ho chiesta e da lì è andato tutto liscio.
Anche questa volta continuo a rivivere costantemente il momento in cui ti hanno appoggiato su di me, l'odore di me e te insieme, i tuoi primi vagiti (anzi, nitriti). Al contrario di quello che hanno fatto le tue sorelle, il seno me l'hai attaccato da subito. E possiamo anche dire che non vorresti mai starne staccato.

Il tuo arrivo è un tripudio di gioia. Per il papá -che non può resistere alla tua morbidezza- per le tue sorelle -che ti sommergono di attenzioni, per la nonna -che respira ogni singolo momento di te prima della sua partenza. E questa volta siamo stati avvolti anche dal calore dei nostri amici e dai colleghi di lavoro. Come è bello condividere una gioia cosí grande!

Porti il nome del mio papà e del nostro Papa, siccome saresti dovuto nascere proprio il giorno della sua santificazione. Sei quindi avvolto e protetto abbondantemente dal Cielo.

Anche se da quando sei arrivato non riesco a dormire più di due ore di fila, questa spossatezza non mi toglie il meglio di questo momento. 
La pura contemplazione. 
Del Miracolo che sei, di vedere la Vita ancora una volta venire fuori da me, dello stupore nel collegare te all'esserino che si muoveva dentro di me fino a poche settimane fa. Ed essere testimone anche della nascita di un nuovo sentimento fraterno, cosí tenero, delicato, spontaneo.




Ció che mi piace di più di questo momento è il totale abbandono con il quale ti accoccoli al mio corpo aderendone perfettamente. Quale dimostrazione di fiducia più grande?





A volte -egoisticamente- penso che la mia vita potrebbe finire qui. Perché ho già avuto tutta la felicità che volevo, ed anche di più. 


Related Posts with Thumbnails